Quantcast

Spadafora: via libera agli sport individuali

Il ministero si fa possibilista sull'attività motoria

MILANO –  L’emergenza coronavirus ha fermato anche lo sport, che ora aspetta di capire come e quando potrà ripartire. Il ministro Vincenzo Spadafora ha spiegato che la decisione arriverà nei prossimi giorni: “Ho ascoltato con grande attenzione le diverse posizioni emerse – si legge nella nota –. Nei prossimi giorni, dopo un confronto con il ministro della Salute e il Comitato tecnico scientifico, emaneremo le disposizioni aggiornate in merito alla possibilità e alle modalità per una ripartenza degli allenamenti”

In mattinata, prima della riunione con le componenti del calcio, Spadafora era intervenuto al question time al Senato e – in risposta a un’interrogazione sulla necessità di tutto lo sport, da quello professionistico allo sport di base, di ripartire dopo la data del 3 maggio – aveva parlato di “graduale riapertura”.

Dobbiamo essere consapevoli che dobbiamo riaprire, perché lo sport è importante non solo come valore economico ma anche come valore sociale”. Sull’attività motoria all’aperto, tanto richiesta dai nostri cittadini, valuteremo assieme al Comitato tecnico scientifico, consapevoli che questa ripartenza va assolutamente spinta ma tutelata nella salute di tutti i cittadini italiani”.