Test sierologici in Lombardia, ma solo fra due settimane

La solita burocrazia blocca i nuovi test sulla popolazione

MILANO –  Numeri in leggero e costante miglioramento in Lombardia, ma la luce in fondo al tunnel sembra ancora molto lontana

La Regione non si è fidata dei test sierologici in circolazione, giudicandoli, a differenza di altre zone in Italia, non veritieri. Così ha puntato su una ricerca per un test affidabile al Policlinico San Matteo di Pavia.

Si tratta di un test che attraverso un prelievo di sangue, verificherà chi ha sviluppato gli anticorpi al Covid-19. Entro 2 settimane è attesa la certificazione CE, poi si potrà partire con i test sulla popolazione”.

Il test – ha proseguito il governatore – serve a rilevare che una persona che ha contratto il virus, considerata guarita perché negativa a due tamponi a distanza di qualche giorno, ha sviluppato quegli anticorpi che gli consentiranno di non ammalarsi di nuovo. Quindi da una parte ci sarà chi riceverà una ‘patente di immunità’, dall’altra parte, chi non risulterà immune, dovrà continuare a mantenere le precauzioni attualmente adottate per tutti”.