Quantcast

A.C. Legnano sotto shock piange la scomparsa di Andrea Rinaldi

Il giovane giocatore lilla stroncato da un aneurisma cerebrale mentre si allenava a casa

LEGNANO – Non ci sono molte parole per descrivere questa notizia: Andrea Rinaldi, centrocampista classe 2000, non ce l’ha fatta. Da questa mattina non è più fisicamente con noi ma siamo sicuri che, in qualche modo in questo momento ci stia osservando da un posto migliore.

Il giovane giocatore lilla stava svolgendo un allenamento individuale a casa quando improvvisamente si è sentito male, avvisando per altro i suoi genitori. Quasi inutile la grande corsa in pronto soccorso, un maledetto e bastardo aneurisma celebrale lo ha colpito troppo forte, causando così il decesso dopo un paio di giorni di rianimazione.

Nato calcisticamente nell’Atalanta, dove era arrivato a giocare nella Primavera, Rinaldi prima di arrivare a Legnano aveva giocato in Serie C con l’Imolese ed in Serie D con il Mezzolara. Con i lilla dall’inizio della stagione in corso, si era confermato come titolare inamovibile, collezionando 25 presenze ed una rete.

Andrea Rinaldi (a destra) con il DS Matteo Mavilla il giorno della firma del contratto con i lilla
A.C. Legnano

Tanti i messaggi di commiato giunti da ogni parte d’Italia, che potete leggere QUI >>, tra i quali spicca quello della Pro Patria, segno evidente che davanti ad un dolore così grande ogni rivalità perde di significato.

Il ricordo dei suoi ex compagni dell’Atalanta è commovente così come quello dei ragazzi del Legnano Calcio, ancora scossi dalla notizia. Il nostro “Rina” verrà sempre ricordato come un bravissimo ragazzo, pronto a dare tutto per tutti. Nessuno muore sulla terra finché vive nel cuore di chi resta. Ciao Andrea

Andrea Rinaldi ricordo compagni Atalanta