Quantcast

Calcio, per Baretti dilettanti in campo solo da inizio 2021

Il massimo dirigente del calcio minore lombardo pessimista sulla ripartenza

MILANOI campionati di calcio dilettantistici potrebbero ripartire solo tra gennaio e febbraio dell’anno prossimo. È questa la nefasta previsione formulata da Giuseppe Baretti, Presidente del Comitato Regionale Lombardo della FICG in un’intervista rilasciata al “Notiziario del calcio“.

Il motivo sarebbero i protocolli da applicare, la cui restrittività comporterebbe costi insostenibili per i club non professionistici: “Con queste norme è impossibile far ripartire i campionati. Il decreto impone alle società sanificazioni costanti degli ambienti, quotidiane, addirittura dopo ogni allenamento, che costano ognuna dai 300 ai 350 euro. Può permetterselo un club professionistico, non certo una società del nostro pallone provinciale.”

Da qui la previsione di Baretti: “Ad ora l’ipotesi è che si riparta tra gennaio e febbraio 2021, la speranza è che i nostri scienziati trovino il vaccino contro questa bruttissima malattia e si possa tornare a giocare prima, magari a settembre.

Il calcio dilettantistico si troverebbe, se questa ipotesi dovesse essere confermata, a vivere due stagioni dimezzate: quella attuale, sospesa dopo due terzi di gare, e la prossima, costretta a svolgersi in metà del tempo normalmente a disposizione. Il rischio è che a fronte di una tale situazione, molti club decidano di abbassare definitivamente la saracinesca…