Le rubriche di SportLegnano.it - Museo Lilla

Lele Savino, tuttocampista “box to box’!

Continua la carrellata di grandi ex lilla

LEGNANO – Quando nel calcio di oggi si parla di evoluzione del ruolo o meglio delle funzioni di centrocampista, che deve essere sempre più un calciatore totale, ‘tuttocampista‘ forse si dimentica che pure nel passato più o meno recente c’è chi ha saputo anticipare brillantemente tali caratteristiche tecniche.

Nella storia del calcio del Legnano, ad esempio, come non ricordare la classe di un Gabriele Savino?

Un mediano ‘box to box‘ come direbbero gli inglesi oggi per l’intenso calcio della Premier League. Chi ha visto giocare Lele lo ricorda con una grande progressione, corsa, buon tiro e pure ottima elevazione. Allora si diceva mediano di spinta e Savino ha saputo essere durante la sua militanza in maglia lilla prima di andare alla Carrarese (dove vincerà la Coppa Italia Serie C nel 1982/83) per poi vestire le maglie di Lanerossi Vicenza (dove giocò con un altri due grandi ex lilla, Daniele Fortunato e Maurizio Lucchetti) e Lazio, un grande e generoso trascinatore.

Un giocatore in grado di risolvere situazioni delicate con i suoi irresistibili strappi palla al piede, macinando metri su metri da un versante all’altro del campo, così come la capacità sui corner di farsi trovare pronto per il colpo di testa decisiva ma anche un’attenzione particolare in quella che oggi chiamiamo fase di non possesso, perchè la capacità di farsi trovare al posto giusto nel momento giusto sulle linee di passaggio, lo ha sempre fatto apprezzare nei contrasti per recuperare la palla e poi far ripartire le azioni in veloci contropiedi.

Se a queste doti uniamo anche la correttezza in campo, possiamo capire perchè a distanza di tempo Gabriele Savino presso una generazione di tifosi legnanesi sia ancora ricordato e ammirato come uno dei più grandi calciatori che abbia vestito la maglia lilla.

A.C. Legnano 1981/82 - Savino è il terzo in piedi da sinistra
A.C. Legnano Serie C2 1981/82