Mercato Bulldog, Arianna Caniati prima conferma per la Serie B foto

"Pronti a riprendere ciò che abbiamo lasciato a metà", dice la veterana della Bonetti

CANEGRATE (MI) – Dopo l’ufficializzazione dello staff tecnico composto dal capo-allenatore Paolo Caserini, dai vice Luca Linari e Paolo Montrasio e dal preparatore atletico Roberto Besana, la dirigenza del club nero-arancio sta valutando attentamente ogni mossa di mercato con l’obiettivo di costruire il miglior roster possibile in vista del terzo campionato consecutivo in Serie B di basket femminile.

Il primo tassello a livello di giocatrici è di quelli pesanti con la firma, per il quinto anno consecutivo, della miglior marcatrice della squadra: l’ala e idolo dei tifosi Arianna Caniati (248 punti segnati a 11.3 di media). L’atleta di Albizzate sarà infatti uno dei cardini nel progetto del club guidato dal Presidente Salvatore Laguardia anche per la stagione 2020/2021 grazie al suo indubbio carisma, al senso di appartenenza dimostrato e alla tanta esperienza accumulata nel corso della carriera (ha giocato anche in serie A2 al San Gabriele e in A3 a Costamasnaga); caratteristiche che sicuramente “torneranno utili” nella crescita delle tante giovani presenti nel florido settore giovanile già stabilmente inserite nel “giro” del team seniores.

Ciao Arianna. Prima di parlare della prossima annata, qual è il tuo stato d’animo riguardo l’ultima stagione conclusasi prematuramente a causa del Covid-19?

Diciamo che sono rimasta con l’amaro in bocca. E’ stata una stagione altalenante, siamo partite non molto bene, il talento c’era ma mancava la squadra. Con l’arrivo di Paolo (Caserini ndr) si è scatenato qualcosa che ci ha fatto ripartire da capo, con più grinta e soprattutto più voglia di giocare. Perché questo è un gioco e abbiamo incominciato a divertirci. E con il divertimento sono arrivati anche buoni risultati! Non sapremo mai come sarebbe finita questa stagione, ma sicuramente meglio di come è iniziata.

Quali sono ora i tuoi obiettivi personali e quelli di squadra in vista della prossima annata della Bonetti?

I miei obiettivi personali sono in continua evoluzione, ho abbandonato il lavoro di personal trainer perché non avevo più stimoli, non era il mio mondo, continuerò ad allenare i bimbi, però essendo una grafica, mi sono affacciata al mondo del Web Design, ed è questa la strada che intraprenderò! Gli obiettivi di squadra invece sono riprendere ciò che abbiamo lasciato a metà, il continuo miglioramento inserendo sempre di più le giovani del vivaio e soprattutto non deve mancare mai il piacere di venire in palestra”.

In quale aspetto vorresti invece progredire?

Un aspetto in cui sicuramente vorrei migliorare è il movimento in penetrazione, perché spesso e volentieri mi affido al tiro dalla media e lunga distanza. Non sono un grande difensore, tendo sempre ad arrivare alla stoppata, quindi magari vorrei lavorare bene sul tagliafuori che è da sempre una mia grande pecca”.

Nelle ultime annate sei diventata un punto di riferimento nei confronti delle tante ragazzine del settore giovanile che stanno iniziando ad interfacciarsi in prima squadra. Come vivi questo ruolo?

E’ il ruolo di “anzianotta” del gruppo [Arianna è dell’annata 1991 – ndr], dove ci si deve mettere alla pari di tutte le giocatrici, ma si ha anche un pizzico di responsabilità per mostrare l’esperienza e le doti acquisite solcando diversi campi d’Italia”.

Infine, cosa ti senti di promettere ai tanti tifosi nero-arancio che anche nell’ultima stagione vi hanno seguito numerosi?

Il nostro sesto uomo, come piace definirlo a me, non smetterò mai di ringraziarlo. Riescono a trasmetterci energia e grinta nei momenti cruciali della partita, non l’ho mai trovato così caloroso in nessun’altra realtà. A loro prometto un altro anno di divertimento, emozioni, e tante altre sorprese!”.

(Fonte e foto Bulldog Basket Canegrate)