Rapina uno smartphone in centro a Legnano, arrestato

L'operazione si è svolta nel quadro di un potenziamento dei controlli della "movida" legnanese

LEGNANO – Nella notte tra giovedì e venerdì gli uomini del Commissariato di Legnano hanno arrestato, in pieno centro, un giovane italiano di origini sudamericane che poco prima aveva rapinato uno smartphone ad un ragazzo pakistano. Secondo la ricostruzione della Polizia, la giovane vittima, appena uscita dal ristorante presso cui lavorava, all’altezza della centralissima Via Giulini è stato avvicinato dal rapinatore che gli strappava di mano il cellulare, spingendolo poi a terra con violenza.

Sul posto sono giunti immediatamente gli uomini della Volante, che intercettavano l’autore della rapina all’altezza di Piazza Don Luigi Sturzo. Il giovane, che ha opposto resistenza alle forze dell’ordine, dando in escandescenza, è stato condotto al Commissariato di Via Gilardelli, dove è stato denunciato, oltre che per rapina, anche per oltraggio e resistenza a Pubblico Ufficiale.

L’operazione è maturata nell’ambito dei servizi predisposti per assicurare alla Città di Legnano una “movida sicura“, che hanno portato ad un potenziamento dei controlli sia per quanto riguarda la vigilanza sul territorio che quelli più prettamente amministrativi. Nella sola serata di giovedì, infatti, sono state identificate 54 persone e controllati alcuni locali, tutti per altro risultati in regola con la normativa in atto per le misure di contenimento del Covid-19.

Intanto dal Commissariato legnanese si fa sapere che continuano le ricostruzioni delle risse scoppiate a più riprese per le vie del centro cittadino nelle ultime serate. che hanno visto protagonisti giovani sia italiani che stranieri.