Serie D, Milano City, Inveruno e le altre retrocesse d’ufficio lanciano una proposta

Ma la Lega Nazionale Dilettanti sembra intenzionata a continuare sulla propria strada

ALTOMILANESEMilano City ed Inveruno, che insieme ad altre 29 squadre (le ultime quattro di ogni girone, tranne Pomezia, Francavilla, Verbania, Crema e Tuttocuoio), che si sono sfilate) si sono riunite nel comitato “Salviamoci“, hanno lanciato una proposta per evitare la retrocessione d’ufficio in Eccellenza.

I club hanno chiesto che nella stagione in corso, terminata a febbraio a causa dell’epidemia da Covid-19, vengano bloccate le retrocessioni e che nella prossima la Serie D giochi con un organico aumentato, che verrebbe poi riequilibrato dal 2021/22 aumentando opportunamente il numero delle retrocessioni in ciascun girone nella prossima stagione.

Una proposta che però non avrebbe trovato consensi nella Lega Nazionale Dilettanti, che pare intenzionata a portare all’attenzione del prossimo Consiglio Federale della F.I.G.C. solo la propria proposta, uscita dall’ultimo Consiglio Direttivo.