Le rubriche di SportLegnano it - Fisco e Sport

Fisco e sport: il credito di imposta per i canoni di locazione

Nuovo appuntamento con la nostra rubrica quindicinale dedicata alle problematiche fiscali in ambito sportivo curata dal Dott. Umberto Ceriani

Nuovo appuntamento della nostra rubrica, curata dal Dott. Umberto Ceriani, commercialista legnanese esperto di fiscalità sportiva, dedicata a tutte le società sportive che spesso hanno grandi difficoltà a districarsi nei meandri delle problematiche fiscali.

La rassegna di articoli, che ha cadenza quindicinale, illustrerà tutti gli adempimenti necessari per la costituzione e la gestione di una società sportiva.

Oggi si parla del credito di imposta per i canoni di locazione.


 

CREDITO DI IMPOSTA PER I CANONI DI LOCAZIONE

Il Decreto Rilancio prevede , tra le nuove agevolazioni previste per gli enti associativi, la possibilità a decorrere dal 6 giugno di utilizzare un credito di imposta sul canone di locazione che l’associazione ha versato nel corso dei mesi di marzo, aprile e maggio 2020.

Per ottenere la detrazione i requisiti sono ridottissimi se il soggetto è un ente associativo e non un’impresa commerciale:

• Non è necessario dimostrare di avere un calo di fatturato;
• L’ente può essere titolare di P.IVA purché l’attività commerciale sia secondaria e non prevalente;
• Il canone di locazione deve essere stato effettivamente pagato nei tre mesi oggetti della detrazione;
• Non importa quale sia la categoria catastale dell’immobile, rileva solo che l’associazione svolga presso tale sede la propria attività istituzionale;
• Rientrano nell’agevolazione sia ASD che ETS, APS, ODV ed associazioni culturali

Nel caso di ente titolare di Partita IVA occorrerà effettuare una proporzione tra l’attività istituzionale e quella commerciale, in merito a quest’ultima occorrerà dimostrare un calo di fatturato di almeno il 50% rispetto allo stesso mese del 2019.

Nel caso in cui:

• non doveste aver versato il canone di locazione previsto dal contratto relativamente ai mesi oggetto dell’agevolazione
• non versiate alcun imposta (Ires, Irap o Iva) in quanto non effettuate attività commerciale e non erogate compensi che costituiscono base imponibile Irap

in questi casi potete valutare di cedere al proprietario dell’immobile il credito a titolo di parziale pagamento del canone. In questo caso vi suggeriamo di contattare il locatore suggerendogli di telefonare al proprio commercialista quanto prima per poter valutare assieme la convenienza della cessione del credito.
In alternativa potete decidere di cedere questo credito di imposta ad una banca, tenete conto però che al momento per quanto ci risulti nessun istituto si è ancora organizzato per poter gestire la cosiddetta bancabilità di tali crediti.
Per ulteriori informazioni vi rimandiamo alla Circolare 14/2020 ed alla Risoluzione 32 che potete trovare al seguente link:
www.agenziaentrate.gov.it/portale/cs-6-giugno-2020-circolare-14

Dott. Umberto Ceriani

 

Studio Ceriani

Studio Ceriani
Dottori Commercialisti – Revisori Legali – Consulenti del Lavoro
Via XXIX Maggio 18 – 20025 Legnano (MI)
Tel 0331/599454 – 0331/548935 Fax 0331/598009
www.consulenza-associazioni.com