Quantcast

FoCoL: promossa Marini, arriva Carcano. Lumastro nuova vice di Uma

Ultimata la rosa che affronterà il campionato di B2

LEGNANO – Mancavano ancora due tasselli per ultimare la rosa della FoCoL Volley Legnano che, il prossimo anno, affronterà il campionato di Serie B2, tasselli riempiti nella giornata di oggi con la comunicazione delle giocatrici che andranno a colmarli.

Per quanto riguarda il ruolo di centrale, dopo le conferme di Battilana e Fantin, ecco Martina Carcano (a sinistra in foto), classe 1999, in arrivo da Villa Cortese, dove ha trascorso gran parte della propria carriera.

Sono molto entusiasta – le prime parole di Martina in biancorosso – di essere entrata a far parte di questo bellissimo progetto! Spero che questa sia una grande stagione sia per me che per la mia squadra. Sono molto motivata a dare il massimo!

In cabina di regia invece, a fare da compagna di reparto a Marta Roncato ci sarà Chiara Marini, giovanissima, classe 2002, promossa direttamente dall’Under18, con la quale lo scorso anno ha disputato anche il campionato di Prima Divisione.

Ecco le sue prime dichiarazioni: “Sono molto contenta di entrare a far parte del progetto. Credo che la proposta che mi è stata fatta da Luigi e dalla società, per una ragazza di 18 anni, sia veramente qualcosa di grande e per questo darò il massimo per non deludere le aspettative. Nelle stagioni passate ho avuto modo di lavorare con alcune delle future compagne e non vedo l’ora di conoscere tutte le altre. Ci vediamo presto in palestra!

Stefania Lumastro (foto dal suo profilo Instagram)

Da segnalare anche il nuovo innesto nello staff, per quanto riguarda il ruolo di secondo allenatore: nella stagione 2020/2021 sarà ricoperto da Stefania Lumastro, ex Induno.

Visibilmente felice coach Luigi Uma: “Chiara – dice, riferendosi alla promozione di Marini – ha dimostrato già di poter far parte della prima squadra essendosi allenata qualche volta lo scorso anno. Si è distinta per la sua maturità fuori e dentro al campo, integrandosi velocemente con il gruppo delle “più esperte”. Osservandola non abbiamo avuto dubbi che sia un palleggiatore con un grande potenziale adatto a questa squadra“.

L’anno scorso – prosegue Uma, questa volta su Carcano – osservando Martina a video, mi aveva colpito per la sua fisicità ed esplosività. Quando ci abbiamo giocato contro ha dimostrato di aver un muro solido, un attacco potente e una battuta incisiva. Non solo: si è contraddistinta per la sua grinta nell’affrontare la partita, segno di un’elevata competitività“.