Niente contrasti e niente marcatura: ecco come il protocollo UCCIDE il calcio

L'ordinanza della Regione Abruzzo fa da apripista alle altre

MILANO – “Il pallone potrà essere “recuperato” solo tramite “intercetto” e non tramite il “contrasto”. Sono vietate le “scivolate”; è vietata la “marcatura ad uomo”. Questa la nuova ordinanza della Regione Abruzzo che chiarisce come gli amatori possono tornare a giocare a pallone. Una ordinanza della Regione per la pratica agonistica  sembra riscrivere le regole del gioco del calcio stravolgendole del tutto.

A parte la sana decisione di  sputare per terra, sarà consentito il tocco del pallone con le mani solo ed esclusivamente se muniti di guanti. Cosa ovviamente necessarie per i portieri, che il pallone lo potranno toccare solo se indossano guanti appositamente igienizzati prima e dopo la partita,

Rimangono chiusi gli spogliatoi. Chi arriva deve già essere vestito per la partita e se ne andrà sudato a casa a farsi la doccia.