Stadi di calcio aperti da settembre ai soli abbonati?

Si pensa ad un lento ritorno alla normalità, ma con capienze ridotte e senza curve

MILANO – Campionati verso la ripartenza, ma ovviamente senza pubblico e senza tifosi. Riportare i tifosi di calcio allo stadio è il nuovo traguardo da raggiungere per la Figc, che si è già messa al lavoro con il Governo.

In questo momento le misure di sicurezza e le tante limitazioni impediscono questo passo ulteriore. Allo stadio si andrebbe con la mascherina e a distanza di almeno un metro dal vicino, senza abbracciarsi al momento del gol.

In tribuna nessun problema, o quasi tenendo staccati i posti a sedere. In curva invece sarebbe impossibile. Considerato che a metà giugno riapriranno anche teatri e cinema, con la possibilità di consentire l’accesso a 1.000 persone nei luoghi all’aperto, il tutto potrebbe essere usato come banco di prova per il ritorno del pubblico allo stadio.

Allo studio misure di riduzione della capienza in base al numero massimo di posti a sedere di cui dispone ogni impianto, consentendo l’accesso ai soli abbonati.