Tarapie intensive vuote in Lombardia

I dati del CTS parlavano di 150mila casi gravi entro giugno

MILANO –  Dati incoraggianti e soprattutto terapie intensive vuote.  L’emergenza sanitaria in Lombardia è terminata e non lo diciamo certo noi ma i dati di Regione Lombardia che trattano ogni giorno il fenomeno Covid.

In questo caso settimane fa dicevano che se avessimo riaperto avremmo avuto 150 mila malati gravi a giugno. Questo lo diceva il CTS del governo.

covid

Previsioni sbagliate che oggi vedono il numero dei ricoverati in terapia intensiva essere 17 in totale, sempre meno rispetto ai giorni precedenti. Segno che nessuno entra più in TI. Diminuiscono, seppur lievemente, anche i pazienti nei reparti di degenza che si attestano a quota 149 (2 meno di ieri).

Nelle province di Cremona, Mantova e Pavia, infatti, non si registra alcun caso di positività.

Dei nuovi 51 casi riscontrati ieri, 22 sono debolmente positivi e 16 invece sono riferiti a tamponi eseguiti a seguito della positività al test sierologico.

Anche oggi si registra 1 solo decesso.