LOMBARDIA: niente quarantena per chi torna da Spagna, Grecia, Malta e Croazia

Rimane in vigore, per chi proviene da Spagna, Croazia, Grecia e Malta, l’obbligo della segnalazione del proprio ingresso nel territorio italiano al Dipartimento di Prevenzione dell’Ats competente in base al proprio domicilio.

MILANO – Chi rientra da Spagna, Grecia, Malta e Croazia, IN ATTESA DEL TAMPONE CHE RIMANE OBBLIGATORIO, non deve rimanere in isolamento fiduciario.

Lo dice Regione Lombardia che spiega: “Vanno ovviamente seguite in maniera rigorosa tutte le misure igienico sanitarie previste già dal Dpcm del 7 agosto 2020 con particolare riguardo all’uso continuativo delle mascherine e della limitazione allo stretto necessario degli spostamenti”.

ats

L’introduzione di tali modalità deriva dal fatto – aggiungono il presidente Fontana e l’assessore Gallerache la situazione dei contagi in Lombardia è tutt’ora sotto controllo. Nonchè in considerazione dell’imminente inizio delle attività lavorative per chi rientra dalle vacanze”.

Resta inteso – specificano – che in presenza di sintomi è opportuno contattare con urgenza il proprio medico di base”.

Rimane pertanto in vigore, per chi proviene da Spagna, Croazia, Grecia e Malta, l’obbligo della segnalazione del proprio ingresso nel territorio italiano al Dipartimento di Prevenzione dell’Ats competente in base al proprio domicilio.