Quantcast

Nuova piscina coperta di Legnano, presentato il progetto foto

Unico neo: per tutta la durata dei lavori (non meno di 18 mesi) la piscina coperta restà chiusa

LEGNANO – Presentato nella Sala Consigliare di Palazzo Malinverni nella mattinata di martedì 25 agosto il progetto definitivo per la riqualificazione della piscina coperta di Legnano.

Un intervento, per il quale sono stati già messi a bilancio tre milioni di euro, che prevede la totale demolizione della parte più vecchia della piscina di Via Gorizia, quella che in seguito alle analisi eseguite dopo il crollo di una vetrata nello scorso novembre ha dimostrati di essere in condizioni tali da renderne non più idoneo un suo anche solo parziale utilizzo.

L'Architetto Attilio Citterio
Nuova piscina coperta Legnano

Si tratta di un pesante intervento che andrà anche ad interessare la vasca media esterna, che verrà completamente smantellata per far spazio ai nuovi vani tecnici. Anche questa vasca, dopo i controlli effettuati, è risultata in cattive condizioni (presenza di perdite e problematiche legate alla vetustà) tanto da renderne necessaria la sua eliminazione.

La nuova struttura che nascerà sulle ceneri della vecchia ed andrà ad affiancare quella della vasca coperta grande (realizzata nel 1997) conterrà al suo interno una nuova vasca, suddivisa in diverse zone, utilizzabili sia per l’attività natatoria che per quella ludica, con zone per l’infanzia, giochi d’acqua ed idromassaggio. La nuova vasca verrà realizzata alla stessa quota di quella più recente, permettendo un più razionale utilizzo degli spazi e l’abbattimento delle esistenti barriere architettoniche e sarà comcepita per l’utilizzo sia in estate che in inverno.

Completamente nuovi saranno anche la zona dell’entrata, quella degli spogliatoi e quella dove troverà spazio un nuovo bar, la cui posizione (elevata tra le due vasche coperte) permetterà di poterlo utilizzare anche durante i mesi estivi, andando a sostituire ogni altra struttura esistente all’interno dell’impianto natatorio. I nuovi spogliatoi saranno realizzati secondo i più recenti standard previsti dalle normative e dal CONI, e saranno dotati di una zona riservata ai giudici ed agli arbitri di gara.

La pianta con indicate le area di nuova realizzazione
Nuova piscina coperta Legnano

Un’importante novità riguarderà una zona, posta al primo piano, che sarà destinata ad uffici, sale fitness e per la gestione dei bambini e negozi, permettendo così un più razionale e versatile utilizzo della struttura non solo agli utenti. Inoltre, un secondo lotto di lavori, che potrebbero venire finanziati con gli eventuali risparmi sul costo in sede di assegnazione dell’incarico, il progetto prevede il recupero dei locali della piscina estiva non più utilizzati, per la realizzazione di magazzini e ambulatori per le visite mediche sportive.

Ora la palla passa al Coni, ai Vigili del Fuoco ed all’Azienda Sanitaria, che avranno 60 giorni per presentare eventuali osservazioni, dopodichè il progetto, come ha precisato l’Architetto Attilio Citterio, Responsabile Servizio Edilizia Pubblica  del Comune di Legnano che ha ne ha curato la realizzazione, “finirà sul tavolo del futuro Sindaco di Legnano“, che, se lo troverà in linea con le sue aspettative, avrà la possibilità di avviare la gara di appalto per la realizzazione dell’opera. Una ulteriore possibilità che la nuova Giunta avrà a disposizione sarà quella di assegnare non solo i lavori, ma anche la contemporanea gestione dell’impianto. Oppure, ultima possibilità da non dimenticare, anche quella di stralciarlo e rivederlo completamente.

L'Architetto Attilio Citterio illustra il progetto a Palazzo Malinverni
Nuova piscina coperta Legnano

Unico aspetto negativo del progetto, i tempi di realizzazione. Dovendo necessariamente demolire la vecchia struttura ed andare in parte ad impattare anche su quella esistente, i lavori si stima che non possano concludersi in meno di 18 mesi dal loro avvio. Cosa questa che comporterà la completa chiusura della piscina coperta per un periodo che potrebbe interessare almeno due stagioni agonistiche. Un problema che dovrà certamente essere preso in considerazione dal Comune di Legnano e da Amga Sport, per evitare che tutta l’attività natatoria subisca un pesante stop, con le facilmente immaginabili ricadute.

Nuova piscina coperta Legnano

Il presidente della Rari Nantes Maddalena Belloni, presente tra il pubblico a Palazzo Malinverni, ha evidenziato, a margine della presentazione, come sia prioritario porsi delle tempistiche e trovare delle alternative alla chiusura. “A giorni dovremo partire con gli Open Day e con la programmazione della nuova stagione agoniostica, è necessario capire al più presto quando partiranno i lavori, per evitare di trovarci senza impianto a stagione iniziata“.

Una soluzione, che però lo stesso Citterio ha precisato che non è stata considerata in fase di stesura del progetto presentato, potrebbe essere quella della realizzazione di una struttura coperta temporanea che permetta l’utilizzo della vasca esterna da 50 metri anche nei mesi invernali. Soluzione che alcune piscine della zona mettono in atto da anni e che permetterebbe di dare continuità all’attività natatoria, sia amatoriale che agonistica, dell’impianto legnanese. Senza arrecare problemi sia ai cittadini che utilizzano la piscina legnanese, sia le associazioni sportive che svolgono allenamenti e gare al suo interno.