Quantcast

SCUOLA: Regna ancora il caos assoluto in vista del 14 settembre!

Aule mancanti, niente distanza ed incognite sui contagi

ROMA –  Il Comitato tecnico scientifico tornerà ad incontrarsi mercoledì 19 agosto. Fra le ipotesi che verranno discusse c’è anche quella di regole diverse tra le Regioni a seconda dell’andamento dei contagi.

Finora la regola di fronte all’impossibilità da parte di alcune scuole di garantire il distanziamento tra gli alunni, è che sarà necessaria la mascherina per tutti. 

Il presidente dell’Associazione nazionale presidi Antonello Giannelli che ha stimato in 20mila le aule ancora mancanti e ha chiesto tempi certi sulla consegna dei banchi acquistati con il bando europeo. “Il 14 si riaprirà”; ha detto Giannelli, “ma laddove non ci fossero ancora i banchi, sarà un iniziare come si era chiuso. Avevamo la speranza che arrivasse tutto entro il 12 settembre, ma non sarà così, si slitterà a ottobre”.

Così il ministro Azzolina: “Siamo al lavoro da mesi per il rientro a scuola di tutte le studentesse e di tutti gli studenti. È una priorità assoluta del Governo perché è una priorità di tutto il Paese. Dal primo settembre le scuole apriranno per chi è rimasto più indietro. Dal 14 riprenderanno ufficialmente le lezioni.”

” La scuola ha dato tanto nei mesi più duri dell’emergenza – ha proseguito il Ministro – ora servono responsabilità e consapevolezza da parte di tutti. Dobbiamo rispettare le norme di sicurezza ogni giorno. Dobbiamo tutelare la nostra salute e quella degli altri. È importante farlo per non disperdere i sacrifici di questi mesi. Le scuole non vanno solo riaperte, dobbiamo fare in modo che poi non richiudano. E serve la collaborazione di tutti“.

QUI TUTTI I DETTAGLI >>