La Regione premia Mantova, Pro Sesto e Monza foto

La motivazione: aver contribuito a dar lustro allo sport lombardo centrando obiettivi davvero importanti

MILANO – “Tre club che, con le proprie caratteristiche, rappresentano nel migliore dei modi i rispettivi territori e che meritatamente hanno raggiunto questi importanti traguardi”. Lo ha detto il governatore della Regione Lombardia, a Palazzo Pirelli, in occasione della premiazione delle squadre di calcio del Monza, del Mantova e della Pro Sesto che, nella scorsa stagione, hanno conquistato la promozione in Serie B (i brianzoli) e in C (i virgiliani e i sestesi).

Guardando alla ripresa dei campionati il presidente della Regione ha, quindi, evidenziato come “l’obiettivo sia quello di tornare, nel rispetto delle regole e con grande prudenza, alla normalità e che la decisione di riaprire, seppure a mille presenze, gli stadi vada proprio in quella direzione”.
L’assessore regionale allo Sport e Giovani ha poi ringraziato “Monza, Mantova e Pro Sesto per aver contribuito a dar lustro allo sport lombardo centrando obiettivi davvero importanti”.

“L’auspicio – ha proseguito l’assessore – è che tutte le discipline possano riconquistare gli spazi e i tempi necessari per garantire, soprattutto ai nostri giovani, la possibilità di praticare sport e, allo stesso tempo, agli spettatori di tornare a seguire gli negli stadi e nei palazzetti”.

Alla presenza del presidente del Consiglio regionale, per il Monza hanno ritirato il riconoscimento l’amministratore delegato Adriano Galliani e l’allenatore Cristian Brocchi. Mentre per il Mantova il presidente Ettore Masiello e il vicepresidente Gianluca Pecchini. Infine, per la Pro Sesto il presidente Gabriele Albertini, il vicepresidente Amedeo Mangili e il tecnico Francesco Parravicini.