Quantcast

Milano regina per una notte: Monza battuta in quattro set foto

Il successo nel derby nell’anticipo della seconda giornata consegna all’Allianz Powervolley la vetta della classifica

LEGNANO – È l’Allianz Powervolley la regina della classifica per una notte. La vittoria del team meneghino nel derby contro Monza, valido per l’anticipo della seconda giornata di campionato, consegna ai ragazzi di coach Piazza la seconda vittoria in altrettante gare che lanciano Milano a punteggio pieno. Il match, giocatosi all’Arena di Monza, è stato conquistato da Matteo Piano e compagni che si sono imposti con il risultato di 3-1 (22-25, 25-21, 19-25, 20-25). Continua così la tradizione positiva di Powervolley sul campo brianzolo: 4 vittorie nelle ultime 4 stagioni. «È stata una partita importante, abbiamo giocato con grande energia e da vera squadra – commenta a fine gara Jan Kozamernik –. Abbiamo dimostrato di essere superiori in questo momento. Stiamo facendo un buon lavoro, ci sentiamo bene stiamo lavorando tanto».

Milano guarda tutti dall’alto, almeno per una notte. L’Allianz Powervolley fa suo il derby lombardo valido per l’anticipo della seconda giornata del girone di andata di Superlega, battendo in quattro set la Vero Volley Monza. Il match, disputato sul campo dei padroni di casa brianzoli, ha visto la formazione di coach Piazza imporsi con il punteggio di 3-1 (22-25, 25-21, 19-25, 20-25) ed ha così consegnato i tre punti che portano Milano in testa alla classifica a punteggio pieno in attesa che nella giornata di domenica si completi tutto il turno in programma.

Due partite, 6 set vinti, 1 solo set perso: è il ruolino di marcia della Powervolley marchiata Allianz stagione 2020-2021. Dopo il successo all’esordio contro Cisterna, il club milanese effettua il bis, imponendosi nel derby contro Monza. Il 3-1 rifilato ai ‘cugini’ in 1 ora e 55 minuti rappresenta, in questo inizio di stagione, il primo step di una consapevolezza e maturità che coach Piazza sta cercando di infondere al gruppo e agli interpreti che scendono in campo. Il mercato ha rimodulato la squadra, cambiandone assetto e meccanismi, che hanno dato la possibilità allo staff tecnico di sviluppare un gioco sempre più corale e armonico. Lo dimostra la prestazione contro i monzesi, in cui fondamentale e determinante è stato l’apporto di ogni atleta schierato in campo dal tecnico di Milano. Se sono così cambiati gli schemi tattici, non è cambiata invece la buona tradizione che la società del presidente Fusaro ha sul campo di Monza. È arrivata, infatti, la vittoria numero quattro nelle ultime quattro stagioni in cui Milano e Monza si sono affrontate in casa dei brianzoli: Powervolley non perde dalla stagione 2016-17, mentre negli ultimi anni sono arrivati un 3-1 (2017-18) e due 3-0 (2018-19, 2019-20), oltre al risultato odierno. Prestazione concreta e determinata, che ha esaltato la prova di Yuki Ishikawa, che con 17 punti (con il 63% in attacco) ha dato il suo apporto alla causa meneghina, meritandosi così il titolo di MVP.

L’Allianz Powervolley si gode così non solo la vittoria, ma anche la vetta della classifica, anche se solo per una notte. «È stata una partita importante, abbiamo giocato con grande energia e da vera squadra – commenta a fine gara Jan Kozamernik. Abbiamo dimostrato di essere superiori in questo momento. Stiamo facendo un buon lavoro, ci sentiamo bene stiamo lavorando tanto: per questo sono molto contento. Dobbiamo continuare a spingere, mettendo tutte le nostre qualità in campo. È l’energia che fa la differenza: siamo carichi per tutte le gare che dovremo affrontare di questa stagione». Il successo nel derby consegna a Milano entusiasmo e grinta, elementi utili per proiettarsi subito in una nuova settimana di lavoro che vedrà Matteo Piano scendere in campo prima il 07 ottobre in casa contro Vibo, nel primo dei due turni infrasettimanali, e poi in trasferta l’11 ottobre a Modena con i gialloblu. 8 giorni per continuare a scoprire e rafforzare le proprie consapevolezze e continuare a respirare aria in alta quota.

CRONACA
Primo set:
Muro di Sbertoli dopo la ricezione slash di Ishikawa che consente a Milano di tenere il +1 su Monza (4-5). Block in per Kozamernik su Sedlacek per il 7-7, con Maar a colpire in smash per l’8-9. Ottima difesa di Ishikawa sul primo tempo di Holt che porta al mani out di Maar (9-11), mentre sul muro di Galassi su Maar coach Piazza è costretto a chiamare time out (13-12). Muro di Piano su Lagumdzija per il 13 pari, poi Patry senza muro attacca per il 18-17. Il 20 pari arriva sul colpo di Ishikawa, con Maar a trovare l’ace con l’aiuto del net (20-21). Ancora il giapponese a chiudere l’azione di contrattacco di Milano per il 21-23, con Kozamernik ad inchiodare a terra il 22-24. Ishikawa chiude in mani out per il 22-25.

Secondo set:
Milano prova a scappare via con la pipe di Ishikawa (1-4), ma l’ace di Dzavoronok riporta Monza sotto (3-4). La murata subita da Patry consegna a Monza un break di vantaggio (8-6), ma sull’errore di Lagumdzija arriva il 10 pari. Punto Milano sul mani out di Patry (11-12), con il colpo out di Sedlacek che vale il 12-14. Sbertoli di seconda intenzione per il 15-17, poi è Galassi che trova due ace consecutivi per il 18-17. Break Monza con Dzavoronok (20-18), che trova la diagonale del 22-19. Diagonale strettissima di Maar per il 22-20, ma l’ace di Holt porta Monza sul +4 (24-20), con il set che termina 25-21 per i padroni di casa.

Terzo set:
Parte bene Monza che con Dzavoronok trova due punti consecutivi per il 4-3. Ace di Patry che vale il 4-5 per Milano, con il muro vincente di Kozamernik per il 7-9. Dal primo tempo di Holt a quello di Kozamernik con le distanze che rimangono invariate tra le due squadre (10-12). Ishikawa subisce la murata del 15-14, che si riscatta in no look per il 15 pari. Pipe di Maar e Milano scatta sul 15-17, ma la nuova parità arriva dai 9 metri con Dzavoronok (17-17). Nuovo break Milano (17-19), con il muro vincente di Milano su Holt per il 19-22. Altro muro di Milano con Maar, poi fallo di posizione di Monza ed è 19-24. Chiude il parziale il muro di Maar: 19-25.

Quarto set:
Muro Patry per l’1-2, poi vantaggio Monza proprio a muro con Lagumdzija (5-4). Allungo Powervolley con Ishikawa che trova la difesa out di Federici (6-8), che trova il +3 sul colpo di Maar (8-11). Block out Patry (9-12), con il muro a tre di Milano a bloccare Monza (+4, 10-14). Primo tempo di Kozamernik (13-16), seguita dalla parallela mostruosa di Ishikawa (14-18). Monstrer block di Maar su Lagumdzjia (14-19), mentre il +5 si concretizza sulla pipe di Ishikawa (15-20). Out Maar e time out Piazza (18-21). Out Sedlacek e Milano vola sul 18-23, con Ishikawa per il 19-24. La chiude Ishikawa per il 20-25 finale.

TABELLINO
VERO VOLLEY MONZA – ALLIANZ POWERVOLLEY MILANO: 1-3 (22-25, 25-21, 19-25, 20-25)

Vero Volley Monza: Lagumdzija 22, Calligaro, Dzavoronok 10, Orduna 0, Federici (L), Sedlacek 18, Brunetti 0, Galassi 10, Holt 6, Beretta 2. N.e.: Falgari, Ramirez. All. Fabio Soli.

Allianz Powervolley Milano: Kozamernik 8, Daldello 0, Sbertoli 1, Maar 16, Weber 0, Patry 13, Piano 6, Ishikawa 17. N.e.: Staforini, Basic, Meschiari (L), Mosca. All. Roberto Piazza.

NOTE
Durata set: 29’, 31’, 28’, 27’. Durata totale: 1h e 55’.

Vero Volley Monza: battute vincenti 5, battute sbagliate 23, muri 7, attacco 49%, 40% (13% perfette) in ricezione.
Allianz Powervolley Milano: battute vincenti 2, battute sbagliate 12, muri 11, attacco 53%, 53% (23% perfette) in ricezione.

Impianto: Arena di Monza

Paolo Tardio
Head of Communication
Powervolley Milano 2.0 ssdrl