Quantcast

Sindaci del Magentino e sport di contatto, la loro interpretazione

I Sindaci dell'Ambito del Magentino la pensano diversamente dai colleghi dell'Altomilanese

MAGENTA – Sempre più caos nella gestione degli sport di contatto (leggi quali sono QUI >>) in Lombardia. Dopo l’interpretazione dei Sindaci dell’Altominanese, è arrivata oggi quella dell’Ambito del Magentino, che, manco a dirlo, è differente.

I sindaci del Magentino, in linea con la volontà di azione comune perseguita nell’intera emergenza covid-19, si sono confrontati sulle disposizioni regionali e statali riguardo gli sport da contatto, per fornire un’indicazione operativa univoca ai territori, in relazione ai numerosi quesiti pervenuti“, si legge in una nota diffusa oggi.

I Sindaci evidenziano pertanto che, tra le attività elencate dalla nota del Ministero dello Sport del 13 Ottobre 2020 circa gli sport da contatto, riprese nell’ordinanza Regionale 620 del 16 ottobre, sono consentite: Danza (discipline dalla 25 alla 35), Ginnastica (discipline dalla 43 alla 48) e Pattinaggio (discipline 112, 118, 119, 120)“.

Tali attività – precisano i Sindaci del Magentinopotranno essere svolte esclusivamente in forma individuale, ovvero senza coreografie di coppia o di gruppo, senza condivisione di attrezzature e mantenendo le distanze interpersonali tra atleti. Di conseguenza sono sospese tutte le altre attività, quali, a titolo di esempio, calcio, basket, pallavolo, anche per le sedute di allenamento.”

Per loro, dunque, non vale la regola, per altro impossibile da applicare per a maggior parte delle società sportive, dei loro colleghi dell’Altomilanese, che prevede allenamenti con un allenatore per ogni atleta (leggi nostro articolo QUI >>), permettendo le attività per Danza, Ginnastica e Pattinaggio, escluse dai loro vicini. Parafrasando un vecchio detto: “Paese che vai, sport che trovi…

Sport di contatto Sindaci Ambito del Magentino