Sport fermo a San Vittore Olona

Impianti sportivi fermi al palo a San Vittore Olona

SAN VITTORE OLONA – Questione impianti sportivi di San Vittore Olona: ecco la lettera della lista Civica per San Vittore Olona – Arch. Paolo Salmoiraghi Marco Zerboni. 

 

Come consiglieri comunali abbiamo chiesto a più riprese nel corso dell’anno appuntamenti dedicati per verificare lo stato dei lavori agli impianti sportivi, chiedendo la presenza di tutti gli attori coinvolti, l’amministrazione comunale in primis ed i suoi tecnici, la direzione lavori, l’impresa e un rappresentante della Associazione Temporanea di Imprese (ATI) che si è aggiudicata il bando.

A più riprese alle nostre richieste non è stata data neppure una risposta, ne positiva ne negativa. Assoluto silenzio. Dopo aver protocollato una interrogazione consiliare in data 27/07/2020, portata in consiglio comunale il 31/07/2020 senza possibilità di discussione in quanto non previsto nel regolamento del Consiglio Comunale, abbiamo ufficialmente chiesto il 01/08/2020 una commissione ad hoc, avente per oggetto i lavori del PPP. Successivamente il Sindaco chiedeva di specificare i punti da trattare, come se non sapesse di cosa si stesse parlando.

In data 04/09/2020 abbiamo inviato l’ordine del giorno, noi, non l’amministrazione comunale!!! Finalmente in data 28/09/2020 veniva fissata la commissione per il 20/10/2020. Quasi 100 giorni dopo la nostra prima richiesta di un appuntamento. Senza contare che stiamo ancora aspettando una assemblea pubblica che l’amministrazione comunale aveva detto di indire più di un anno fa o l’invito che ci aveva fatto a febbraio 2020 di effettuare un sopralluogo in cantiere.

La commissione è stata poi spostata al 27/10/2020, non in presenza e senza invitare la direzione lavori, l’impresa e un rappresentante dell’ATI, anche per avere un contraddittorio sullo stato dei lavori, sulle migliorie effettuate e sulle tempistiche di consegna.

Per verificare i lavori è utile avere a disposizione elaborati grafici cartacei, computi metrici, cronoprogramma, per meglio capire ed individuare le varianti e le migliorie apportate da questa amministrazione al progetto validato ad aprile 2019.
Con una nuova comunicazione venerdì scorso chiedevamo lo spostamento della commissione appena le disposizioni di legge consentiranno di riunirsi in presenza.

Nessuna risposta, nulla.
La commissione è stata convocata ed effettuata in modalità a distanza; alla stessa abbiamo presenziato solo per comunicare che avremmo abbandonato la seduta perchè inutile e senza la presenza di direzione lavori, impresa e un rappresentante dell’ATI, per un confronto.

All’atto della nostra dichiarazione siamo stati accusati di far perdere tempo alla amministrazione, ma soprattutto siamo stati accusati che “…l’importo dei lavori di manutenzione straordinaria non potesse essere di €.1.000.000 e che ne avremmo risposto alla magistratura”, sott’intendendo che il contratto fosse gonfiato: ricordo che lo stesso progetto è stato validato da due organi esterni che ne hanno accertato la congruità e la regolarità.

Questo è il tono di questa amministrazione che si sottrae al confronto, con la chiara intenzione di demolire tutto ciò che era stato costruito nei dieci anni precedenti; siamo convinti che nulla di sostanziale sia stato cambiato nel progetto di PPP ma che il grave ritardo nell’inizio dei lavori e dunque il ritardo della consegna alla cittadinanza di impianti sportivi rinnovati e funzionali siano esclusivamente dovuti alla intenzione di questa maggioranza di trovare cavilli burocratici (che peraltro non ci sono e non c’erano) per rescindere il contratto stesso. Il danno per le associazioni sportive è stato e sarà gravissimo.

Questa amministrazione si è insediata asserendo che la partecipazione, la condivisione ed il coinvolgimento di tutti sarebbero stati i loro punti fermi. Nulla di tutto questo sta avvenendo.