Quantcast

Troppa Stysiak: la Uyba cade contro Scandicci fotogallery

L’opposto della Savino Del Bene mattatrice dell’incontro

BUSTO ARSIZIO – Vince alla E-Work Arena la Savino Del Bene Scandicci, per 3-1, al termine di un match però sudato e combattuto fino all’ultimo, in cui le due squadre non si sono mai risparmiate.

Una Uyba priva di Piccinini, Stevanovic e Poulter, e senza coach Fenoglio in panchina (sostituito da Musso), è scesa in campo con Bonelli al palleggio, in diagonale con Mingardi, GennariGray in banda, Olivotto e Herrera Blanco al centro, con Leonardi libero.

In risposta Scandicci ha schierato Malinov in cabina di regia, con Stysiak opposto, Pietrini e Courtney in banda e la coppia LubianPopovic al centro, con Enrica Merlo a coprire in difesa.

Mattatrice dell’incontro proprio Magdalena Stysiak, autrice di ben 31 punti, con il 54% in attacco. Partita nella partita con Camilla Mingardi, “ferma”, si fa per dire, a quota 27 (34%).

La prestazione roboante di Stysiak ha quasi messo in ombra la grandissima qualità collettiva messa sul taraflex dalla Savino Del Bene oggi, con altre quattro giocatrici in doppia cifra, di fatto l’intera squadra, ad eccezione del palleggio e del libero: Pietrini (14), Popovic (12), Courtney, uscita nel finale con autorità e determinazione (11), e Lubian (10).

Una partita comunque intensa anche da parte delle Farfalle biancorosse che, soprattutto dopo l’ingresso di Escamilla per Gray, hanno risolto alcuni problemi di gioco.

Di fronte però una corazzata pronta a tutto e ben decisa nel portare a casa il massimo risultato, senza contare il momento difficile che la Uyba sta affrontando, con il turno infrasettimanale contro Brescia saltato per le note vicende di contagio all’interno dello spogliatoio, e alcune assenze pesanti che ne pregiudicano senza dubbio il gioco: impossibile sostituire due come Poulter e Stevanovic, per quanto anche con questo roster le biancorosse potranno togliersi delle soddisfazioni.

La cronaca:
Primo set 0-1 (23-25)
Avvio con grande equilibrio fra le due squadre: Malinov cerca spesso Stysiak ed è lei a tenere a galla le toscane, mentre fra le Farfalle, nonostante le assenze, Bonelli riesce a costruire azioni interessanti per le varie compagne. Sono comunque Gennari e Mingardi a farla da padrone in fase di attacco, ed il divario, dapprima minimo (5-4, 8-6, 9-8), va aumentando (12-9), complice la non impeccabile fase difensiva ospite. Un out della stessa Mingardi però rilancia Scandicci, che accorcia e pareggia con muro di Stysiak, per poi passare addirittura in vantaggio grazie all’ace di Popovic: toscane rinate mentre l’Uyba mostra segni di cedimento, calando in ricezione (16-17). Le padrone di casa si riorganizzano (bene Gennari in questa fase e il match diventa avvincente, con continui sorpassi, fino al 20 pari quando la Savino Del Bene mette la freccia, trovando il triplo vantaggio (ancora Stysiak e Courtney, 23-20). Con coraggio le biancorosse si rifanno sotto ma Malinov è sempre abilissima nel trovare smarcata Stysiak, vera mattatrice del set, che praticamente da sola manda al cambio campo sullo 0-1.

Secondo set 1-1 (33-31)
I primi scambi vedono lo stesso copione del set precedente, con la Uyba subito a spingere e Scandicci in fase di studio (8-6, pesano due out banali di Stysiak). Poi altro leggerissimo calo di tensione biancorosso, tanto da permettere il sorpasso alle ospiti, grazie alla prepotenza di Popovic e Pietrini. Questa volta però l’Unet non perde tempo e, fra errori toscani e punti propri, ritorna avanti (13-11), salvo farsi recuperare troppo agevolmente, subendo i colpi ancora una volta di Stysiak, tornata al top (13-14), così Musso decide di rimescolare le carte, con la spagnola Escamilla per Gray. Si vivacizza il gioco biancorosso e l’Unet ne beneficia con un doppio vantaggio, però vanificato dal murone di Stysiak, di nuovo lei a pareggiare, dando inizio ad un finale di parziale incandescente (17-17, 18-18). Colpo su colpo Scandicci torna avanti con l’astuzia di Pietrini, ma Escamilla, prima con fortuna, poi di potenza, acciuffa il 23-22. Il finale si prolunga ai vantaggi con ben 9 set point annullati dalle toscane alla Uyba, con in campo praticamente due assoli: da una parte quello di Mingardi e dall’altra parte di Stysiak (monumentali però le difese di Enrica Merlo, che rende quasi invalicabile la retroguardia di Scandicci) ma è proprio quest’ultima a mandare fuori il pallone decisivo, che vale il 33-31.

Terzo set 1-2 (18-25)
La Savino Del Bene non subisce il contraccolpo e torna in campo ancora più affamata, guidata da Stysiak ma ora con una Courtney molto più tagliente (6-9), e Musso chiama il time-out per spezzare la fuga ospite. Assai positiva la prestazione di Escamilla, rimasta in campo anche in questo set e spesso protagonista del gioco biancorosso, sempre insieme a Mingardi, ma Scandicci riesce a consolidare due lunghezze di vantaggio, sfruttando le manone a muro di Lubian (11-13, 12-14), poi Herrera Blanco in primo tempo accorcia. E’ però incontenibile oggi Stysiak (7 punti con il 77%) e, con tre punti consecutivi, tutti potenti come missili, segna lo strappo più netto visto fino ad ora: 13-17 e Unet apparentemente incapace di reagire e ancora costretta a subire il muro di Courtney. Soltanto Olivotto riesce a scalfire la retroguardia toscana, così Malinov cambia schemi e manda a punto Popovic: 15-21. Il set scivola inesorabilmente verso Scandicci, con Lubian a chiudere i giochi con autorevolezza, mentre la Uyba deve cercare di riprendersi perché in questo finale si è persa.

Quarto set 1-3 (21-25)
Il doppio ace di Popovic apre le contese, poi Lubian dal centro fa 0-3, questa volta la Uyba rialza subito la testa, spinta ancora da Mingardi (4-4). Grande allungo biancorosso con Gennari ed Escamilla che riescono a fare breccia nella seconda linea scandiccese (9-6), con le ospiti ora più propense a giocarla su Pietrini. Reazione ospite immediata: due muri di Popovic e un lungolinea di Stysiak per il controsorpasso. La fase centrale vede le due squadre rincorrersi punto a punto, senza che nessuna riesca a dare un’impronta netta al set, sebbene la Uyba sia sempre costretta a inseguire. Il primo strappo c’è con Pietrini che sfrutta il muro di casa per mandare le sue sul +2 (17-19). La Uyba scende anche a -3 ma Mingardi e il doppio block-in di Escamilla e Herrera Blanco rimettono in parità i giochi (20-20). Chi prende in mano la situazione? Lei, Magdalena Stysiak, che con il suo 31° punto respinge la rincorsa biancorossa e prenota il successo al suo team.

Unet e-work Busto Arsizio-Savino Del Bene Scandicci 1-3
(23-25, 33-31, 18-25, 21-25)

Uyba: Olivotto8, Gennari13, Bonelli 2, Gray 4, Leonardi (L), Mingardi27, Cucco ne, Galletti ne, Escamilla 8, Bulovic ne, Herrera Blanco 9. Allenatore: Musso. Assistente: Gaviraghi.

Savino Del Bene Scandicci: Stysiak31, Malinov 3, Popovic 12, Markovic, Pietrini 14, Merlo (L), Lubian 10, Carocci (L) ne, Cecconello ne, Samadan ne, Drewniok ne, Bosetti, Courtney 11, Camera ne. Allenatore: Barbolini. Assistente: Beltrami.

Arbitri: Braico – Brancati

Note:
Uyba: 3 ace (15 errori in battuta), 60% in ricezione (34% perfetta), 38% in attacco, 9 muri.

Savino Del Bene Scandicci: 4 ace (9 errori in battuta), 64% in ricezione (44% perfetta), 47% in attacco, 9 muri.