Quantcast

Altro successo per l’agguerrita Futura fotogallery

Nessuno scampo per il CUS Torino, Cocche impeccabili

BUSTO ARSIZIO – E’ una Futura Volley Giovani che non lascia superstiti sul campo di battaglia, e alla fine si porta a casa l’intera posta in palio. Vittima di giornata, letteralmente, un Barricalla CUS Torino che ci ha provato, rimanendo in bilico nel primo e nel secondo set, ma le Cocche avevano dalla propria qualcosa in più, una spinta maggiore, una voglia che le ha contraddistinte dal primo all’ultimo scambio.

Un 3-1 secco, perentorio, figlio della grande passione che queste ragazze, dopo i numerosi momenti complicati, stanno tirando fuori dalle proprie mani e dalle proprie teste: un successo mentale oltre che fisico, agonistico, sportivo.

La seconda vittoria consecutiva, coincisa con il positivo esordio in maglia biancorossa di Laura Frigo (16 pt, 56%), parla chiaro: questa Futura ha ritrovato quel qualcosa che si era perso nelle prime uscite stagionali, e ora, come ripetiamo da settimane, saranno dolori, perché è uscito il killer instinct di un collettivo mai domo e ora pronto a tutto pur di agguantare il massimo risultato.

Sul piano tattico, la Futura, che ha salutato anche il ritorno di coach Lucchini, è scesa in campo con una formazione inedita che ha visto Giuditta Lualdi opposto in diagonale con l’impeccabile Nicolini, Veneriano (MVP, 12 pt) centrale insieme a Frigo, Zingaro-Michieletto in banda e Garzonio in difesa.

Questo il 6+1 che ha dato spettacolo con un’intensità letale: il tutto sotto gli occhi di Benedetta Sartori, appostata come sempre in tribuna stampa a sgolarsi per sostenere le sue compagne, nonché amiche che, ormai è tradizione, l’hanno omaggiata nel prepartita e attesa nel post, per festeggiare insieme a lei la vittoria.

Top-scorer fra le biancorosse Lualdi e Frigo, alla pari, seguite in doppia cifra da Zingaro (14), preziosissima anche in chiave difensiva, Michieletto (13), anche lei propositiva e costante nell’arco del match, e la già citata Veneriano.

14 i block-in biancorossi, 4 a testa per Veneriano e Frigo, 3 per Nicolini, oggi dotata di una particolare vena offensiva, e uno a testa per Michieletto, Lualdi e Zingaro.

La cronaca:
Primo set 1-0 (25-23)
Scende in campo con una forza straordinaria la Futura che aggredisce la preda senza pietà e costringe Torino al time-out sul 7-2, con una coralità di gioco da far paura (particolarmente in palla capitan Zingaro e Frigo). Al ritorno in campo fase di rilassamento per le Cocche che subiscono il rientro ospite, coi due ace di Rimoldi che riportano le piemontesi a -1 (9-8), dopo un parziale di 0-4. Momento di stallo con le squadre in parità ma Lualdi spinge, poi l’ex Pinto, dopo il punto d’astuzia di Nicolini, la insacca in rete e le Cocche tornano avanti di due lunghezze (14-12). Torino si riaffaccia in avanti (15-17), in un set di continui cambi di fronte, ma Michieletto, ben imbeccata da Nicolini, riacciuffa la parità. Nessuno riesce a darsi alla fuga, la Futura gioca bene con una Frigo indiavolata ma Torino resta sempre a +1, però nel finale spreca e sul 23-23 e manda out un pallone che scotta: con la grinta che oggi le contraddistingue le Cocche chiudono subito l’1-0 con la potentissima schiacciata di Francesca Michieletto, rimasta ancora on fire da domenica scorsa.

Secondo set 1-1 (26-28)
Sostanziale equilibrio nei primi scambi di seconda frazione (3-3, 6-6, 8-8), con le due squadre a studiarsi senza strafare ma, nel momento in cui il set rischia di addormentarsi su ritmi blandi, ecco Lualdi e Frigo mettere la freccia e mandare la Futura sull’11-8. Con impegno e dedizione Torino rialza la testa (momento positivo Vokshi e Pinto sugli scudi) ma la Futura resta avanti con Frigo e block-in di Veneriano (16-15). Zingaro sprigiona il proprio agonismo da capitana (19-18) e di seguito Pinto esagera con la diagonale stretta e la manda out, spedendo le Cocche avanti di 2 punti. Momenti tesi e concitati, Torino rincorre, le biancorosse stringono i denti e si difendono con ardore, è Michieletto ad ergersi ariete contro la seconda linea ospite (24-22), ma il Barricalla con costanza annulla tre set-point alle padrone di casa, si porta in avanti e sfrutta non la prima, bensì la seconda occasione buona per portarsi a casa l’1-1.

Terzo set 2-1 (25-17)
Zingaro e compagne non ci stanno e al rientro sul taraflex non si fanno pregare, giocano con intelligenza e ancora più voglia: le due centrali danno spettacolo, i muri di marmo di Veneriano si alternano alle sventagliate di Frigo, le attaccanti ruotano nel trasformare in punto le spennellate di Nicolini, Garzonio amministra con autorità dietro, ed è 11-6, Torino messa all’angolo. Ace di Veneriano, di nuovo Frigo, Zingaro e Nicolini che la spinge di rabbia nella metà campo avversaria: Torino riesce ancora con Vokshi e Pinto a tenersi vagamente a galla, ma le Cocche non mollano un colpo e Lualdi stampa a terra il 18-12. E’ questa voglia di sopravvivenza da parte ospite che non va giù alla Futura, che accelera (23-15), perfetta in ogni giocata, e non c’è dunque speranza per le piemontesi, annichilite dall’esuberanza biancorossa, nonostante due set-point annullati (25-17), con Serena Zingaro a mettere a terra il punto decisivo, dopo svariate giocate importanti di Giuditta Lualdi, top scorer biancorossa nel set con 4 marcature e il 50% in attacco.

Quarto set 3-1 (25-16)
Il CUS le prova tutte per rimettersi in carreggiata ma con questa Futura oggi sembra non essere possibile trovare il varco giusto: funziona l’intesa Nicolini-Lualdi, e quando non è l’opposto ad essere chiamato in causa, ci pensa il mancino funambolico di Michieletto ad aggredire prepotente (9-6, 11-8, 13-8), mentre a muro va sempre durissima Martina Veneriano, cui va aggiunta l’esperienza di Zingaro. Replicano Rimoldi e Pinto ma Martina Veneriano si trasforma in cecchino infallibile e va a punto dai 9 metri per due volte di fila (16-10). Segue un buon turno in battuta di Sainz che permette a Torino di accorciare a -4, così Lucchini spezza il buon momento con un time-out, ma al rientro Zingaro fa out (18-15), subito perdonata per il punto che rombe il break ospite. Reazione ospite così stoppata, perché le Cocche riconquistano il +7 con Frigo e Michieletto, che aumenta subito dopo il gap con un murone potente (23-15). Gli ultimi due punti portano la firma di Lualdi e Frigo, che la chiude con un ace chirurgico.

Futura Volley Giovani-Barricalla CUS Torino 3-1
(25-23, 26-28, 25-17, 25-16)

Futura Volley Giovani: Veneriano 12, Nicolini 6, Michieletto 13, Del Core ne, Vecerina ne, Latham ne, Lualdi A. Ne, Lualdi G. 16, Frigo 16, Sormani (L), Carletti ne, Garzonio (L), Zingaro 14. Allenatore: Lucchini. Secondo allenatore: Chiofalo.

Barricalla CUS Torino: Vokshi 20, Bertone 1, Sainz 10, Torrese (L), Gamba (L), Severin 1, Sironi, Rimoldi 3, Batte 6, Pinto 20, Venturini ne, Mabilo 7. Allenatore: Chiappafreddo. Secondo allenatore: Bonessa.

MVP: Martina Veneriano (FVG)

Note:
Futura Volley Giovani: 8 ace (10errori in battuta), 65% in ricezione (38% perfetta), 48% in attacco, 14muri.

Barricalla CUS Torino: 6 ace (10 errori in battuta), 71% in ricezione (41% perfetta), 39% in attacco, 6 muri.