Quantcast

Arriva il vaccino russo col 92% di efficacia contro il Covid

Supera in efficacia quello americano

MOSCA – “L’efficacia del vaccino Sputnik V è del 92%”. I russi superano gli americani in quella che sembra la corsa allo spazio iniziata negli anni ’50 e terminata con lo sbarco sulla Luna del 1969.

Anche il nome del vaccino russo è evocativo: Sputnik, proprio come una navicella spaziale.

Nell’account Twitter del vaccino russo contro il coronavirus sono stati pubblicati i dati di un’analisi a interim della terza fase delle sperimentazioni cliniche del farmaco con un calcolo basato sulla distribuzione di 20 casi confermati rilevati nel gruppo placebo e nel gruppo che ha ricevuto il vaccino.

Il vaccino è il primo registrato al mondo per la prevenzione del COVID-19.

Il direttore del Fondo russo per gli investimenti diretti, Kirill Dmitriev, ha precedentemente rivelato che il fondo ha già ricevuto richieste da 27 Paesi per Sputnik V per la produzione in loco.

Biocad, compagnia russa specializzata nelle biotecnologie, ha riferito di essere pronta a mettere in produzione entro dicembre con 2 milioni complessivi di dosi al mese.