Quantcast

Futura da 3 punti contro il Club Italia fotogallery

Partita condotta magistralmente dalle Cocche che finalmente possono gioire

BUSTO ARSIZIO – Sono note dolci quelle suonate questa sera dall’orchestra della Futura Volley Giovani, finalmente tornata a conquistare i 3 punti, meritati e cercati dal primo all’ultimo scambio.

Una squadra volenterosa, sempre pronta a rimettersi in discussione e abilissima nel registrarsi quando qualcosa non è quadrato, che si è saputa rialzare dopo aver subito il l’1-1 ad opera del Club Italia ed è riuscita a ribaltare l’iniziale svantaggio di 5 punti subito in avvio di terzo set, chiudendolo addirittura con un maiuscolo +8.

Un collettivo brillante che in questa seconda giornata del girone di ritorno si è presa la rivincita di tanti momenti negativi appena messi alle spalle, fra cui l’infortunio al crociato patito da Benedetta Sartori, ferma in tribuna stampa ma mentalmente in campo con le compagne: la centrale n.10, omaggiata dalle compagne prima della partita, in quello che ormai è diventato un rito, ha sofferto e gioito con loro, incitandole ed esultando ai loro punti, con quella grande voglia e quella luce negli occhi che solo le campionesse posseggono.

MVP dell’incontro Francesca Michieletto, autrice di 19 punti, miglior marcatrice, con il 55% in attacco: sempre presente quanto il momento lo richiedeva, non si è mai fatta trovare impreparata.

Rispettivamente 15 e 10 punti per Giuditta Lualdi (86%) e Federica Carletti, anche loro determinate e reattive.

La regia attenta di Cecilia Nicolini ha mandato a punti tutte le compagne, fra cui Elisa Vecerina, messa nella mischia da Chiofalo e da subito pronta, tanto da mettere a terra un ace al primo pallone toccato, punto seguito da altre tre marcature, fra cui il decisivo 25-18 nel terzo set.

7 punti a testa per Veneriano e Latham, con l’americana non ancora al 100% dopo l’infortunio che l’ha tenuta fuori domenica scorsa, mentre la centrale ha avuto grande costanza nell’arco di tutto il match.

Positivo, come sempre, l’ingresso di capitan Zingaro, mentre in difesa Barbara Garzonio non è passata inosservata, data la sua capacità di far sembrare normalissime cose che normali non sono.

Domenica prossima altra partita in casa, la terza consecutiva contro Torino dell’ex Chiara Pinto, un’altra occasione da parte delle biancorosse per mostrare chi sono veramente.

La cronaca:
Primo set 1-0 (25-13)
Comincia bene la Futura (4-2) per poi subire il rientro ospite delle Azzurrine (4-4), ma Nicolini d’astuzia riesce a scardinare la retroguardia del Club Italia e da qui è fuga biancorossa, con la stessa regista n.4 a lungo al servizio a mettere in crisi la ricezione ospite (10-6), nel frattempo Michieletto si rende protagonista di attacchi fulminei, oltre che di un ottimo muro (12-7). Non sembra esserci scampo oggi per la banda di Bellano, costretto a chiamare il time-out sul 18-10 dopo i missili di Latham (ace) e Lualdi in fast. Mentre Garzonio amministra i pochi pericoli che giungono dalle sue parti, in avanti le Cocche proseguono nel fare terra bruciata, con Lualdi costantemente on fire (22-11, per lei 6 pt, 100%). Con l’ace di Nicolini si chiude il primo set, magistralmente orchestrato dalle biancorosse, mai in difficoltà.

Secondo set 1-1 (24-26)
Pronti-via e la grande propensione offensiva della Futura non lascia tregua ad un tramortito Club Italia che, dopo un primo parziale di 4-0, subisce ancora i martellamenti di Michieletto e Carletti (5-1, 6-3). Le ospiti però hanno il pregio di non arrancare e, con un po’ di fortuna, trovano la parità, grazie al nastro che agevola l’ace di Gardini (6-6). Reazione da grande squadra per le Cocche che non si lasciano intimorire e ingranano la settima: è dura la vita con Carletti dai 9 metri, e si vola sul 10-6. Il vantaggio, poco corposo, non può lasciare tranquille le ragazze guidate ancora da Chiofalo in panchina, e le Azzurrine riprendono fiducia (11-10), Michieletto si erge col suo mancino letale, Veneriano svetta in primo tempo, ma è di nuovo parità, poi passa in vantaggio il Club Italia, abile a sfruttare alcune piccole indecisioni della Futura (16-17, 17-18). Lualdi e Carletti ribaltano la situazione, e Latham prende il mani fuori che significa +2, un break decisivo, cementato subito dopo dall’ace di Lualdi (22-19). Incredibilmente la Futura si lascia annullare tre set point, con le Azzurrine che bussano con tenacia alla porta avversaria e subito mettono a terra l’1-1. Un dato salta all’occhio: sette muri a zero per il Club Italia, tre a testa per Graziani e Nwakalor, uno di Frosini, sebbene i block-in siano sempre stati un marchio di fabbrica delle Cocche.

Terzo set 2-1 (25-18)
Sulla scia dell’entusiasmo per il set appena vinto, le Azzurrine tornano in campo mettendo sul taraflex uno 0-3 che tramortisce inizialmente le biancorosse, imballate e ora poco vivaci (2-7), nel frattempo dentro Zingaro e Vecerina, che bagna l’ingresso con un ace. Cresce la fiducia nei propri mezzi e le Cocche pareggiano, rilanciate dalle fast di Lualdi e dalla sempre presente Michieletto (10-10), ora parte una nuova partita. Si chiude sul 5-0 il break di marca Futura, con l’ultimo punto di Vecerina fondamentale per il +3 biancorosso. Parte ora una fase di tira e molla, sebbene la Futura riesca a tenersi avanti di almeno 2 lunghezze, con difese eroiche e un sacrificio collettivo che trovano il loro premio nel 17-13. Costretto a forzare, il Club Italia sbaglia molto e si scava da solo il fossato del -6 (19-13, 20-14). Negli scambi finali Michieletto-show, è lei a mettere definitivamente a sedere ogni velleità ospite, con Vecerina furba nell’appoggio garbato del 25-18, con Garzonio solita protagonista in difesa.

Quarto set 3-1 (25-18)
Si combattono colpo su colpo le due squadre, con le Azzurrine poco brillanti dai 9 metri tanto da insaccare in rete ben tre servizi (7-7, torna in campo Carletti per Vecerina). Sostanziale equilibrio in campo, il Club Italia vive un buon momento costruendosi un gap di 2 lunghezze, ma le Cocche caparbiamente stanno a ruota e Carletti pareggia, ci pensa poi Veneriano a mandare in fuga le sue con un ace (14-12). Ormai è una sinfonia quella che suonano le Cocche in coro, così si portano a condurre con 4 punti sulle inseguitrici, costrette nell’angolo a patire i colpi delle padrone di casa (18-14). Restano timidi i tentativi ospiti di rientrare nel match e non ci vuole molto perché la Futura torni a conquistare i tre meritatissimi punti.

Futura Volley Giovani-Club Italia Crai 3-1
(25-13, 24-26, 25-18, 25-18)

Futura Volley Giovani: Veneriano 7, Nicolini 3, Michieletto 19, Badini, Vecerina 4, Latham 7, Lualdi A. ne , Lualdi G. 15, Sormani ne, Carletti 10, Garzonio (L), Zingaro 4. Allenatore: Chiofalo.

Club Italia Crai: Graziani 13, Bassi 8, Gannar (L), Monza 1, Gardini 7, Giuliani (L), Marconato ne, Frosini 10, Nervini 3, Trampus 3, Ituma 3, Nwakalor 8. Allenatore: Bellano. Vice allenatore: Fanni.

MVP: Michieletto (FVG)

Note:
Futura Volley Giovani: 11 ace (9 errori in battuta), 65% in ricezione (37% perfetta), 40% in attacco, 6 muri.

Club Italia Crai: 2 ace (14 errori in battuta), 44% in ricezione (21% perfetta), 31% in attacco, 17 muri.