Quantcast

Il ministro Spadafora rimanda tutto lo sport al 2021

Ministro dello Sport: Capisco che sarà una sofferenza ulteriore per tutto questo mondo però oggi non esistono le condizioni, quindi è bene anche prepararsi direi certamente al fatto che ci sarà una proroga delle chiusura

MILANO – Ormai i ministri fanno a gara a chi riesce a spaventare e a bloccare più cose anche nel futuro prossimo. Ci eravamo illusi di vedere qualche spiraglio nel lungo periodo, forse a dicembre con qualche apertura a livello di sport, ma ci siamo illusi.

Milioni di italiani, fra cui milioni di ragazzi delle scuole calcio e basket, dovranno attendere il prossimo anno per poter vedere qualche miglioramento in tema di aperture che rimangono vincolate alla curva epidemiologica.

Il Ministro dello Sport Vincenzo Spadafora ha confermato che col prossimo Dpcm dovrebbero rimanere chiuse palestre e centri sportivi oltre a cinema e teatri.

Credo che non esistano purtroppo le condizioni sanitarie in questo momento per poter prevedere nel prossimo DPCM quello che andrà in vigore dal 4 dicembre, le aperture di palestre e centri sportivi. Capisco che sarà una sofferenza ulteriore per tutto questo mondo però oggi non esistono le condizioni, quindi è bene anche prepararsi direi certamente al fatto che ci sarà una proroga delle chiusure. Ovviamente questo vorrà dire che aiuteremo il settore anche per tutto il tempo ulteriore in cui resteranno chiusi. Dobbiamo superare i mesi più critici facendo ancora dei sacrifici.”