Quantcast

Il Presidente del Città di Varese scrive ai tifosi

Diretta streaming delle gare interne ed esterne e possibili rimborsi tra i temi toccati dal massimo dirigente biancorosso

VARESE – “Mercoledì 18 novembre, se tutto va bene, torneremo a giocare al “Franco Ossola” una partita di campionato. Purtroppo sarà una partita a porte chiuse. Sappiamo bene che, in questo momento in cui molte attività sono chiuse con tutto ciò che ne deriva, questo non è il primo dei problemi. Ma credo sia giusto scrivere qualche parola di chiarezza su questa situazione.”

Inizia così la lettera aperta indirizzata ai propri tifosi e scritta da Stefano Amirante, Presidente del Città di Varese, avversaria di Legnano, Arconatese e Castellanzese nel girone A di Serie D.

Abbiamo fatto di tutto per riportare i tifosi allo stadio – continua Amirante – Questo malgrado sapessimo in partenza che i posti disponibili sarebbero stati pochi e che i costi sarebbero stati superiori ai ricavi. Ma lo abbiamo fatto perchè il calcio non può prescindere dalla passione dei tifosi. Abbiamo nel frattempo portato avanti quanto necessario per poter aprire, quando sarà possibile farlo, anche i settori distinti e curva sud. Anche in questo caso investendo comunque delle risorse economiche che, per noi, non sono piccole.”

“Ma alla riapertura saremo pronti anche per questo. Ora però non potremo far entrare nella “casa del Varese” neppure quei coraggiosi che, malgrado la situazione, hanno voluto sottoscrivere un abbonamento. Sappiamo bene che fare l’abbonamento quando pochi giorni prima anche la serie A giocava a porte chiuse è stato un atto di amore. E non ci dimenticheremo di questo.”

Il Presidente del Città di Varese annuncia poi la diretta streaming delle gare dei biancorossi: “Ma vogliamo fare qualche cosa da subito. Ci siamo organizzati per trasmettere in diretta streaming tutte le partite che riusciremo a giocare in questo infausto periodo. Sia in casa che in trasferta. Lo abbiamo fatto organizzandoci nel miglior modo possibile e spero che tutto funzioni da subito, ma sappiate che lo abbiamo fatto per voi. Sappiate già che la visione sarà libera e quindi disponibile anche per i non abbonati, ma sarà dedicata intanto a voi. Inizieremo da questa domenica a Imperia e copriremo anche le partite di mercoledì in casa e della successiva domenica confidando che non ci siano problemi tecnici, ma ove ci fossero li risolveremo.

In conclusione Amirante accenna anche a possibili rimborsi per gli abbonati: “E non vediamo l’ora di rivedervi al Franco Ossola. Resta comunque inteso che a bocce ferme, quando sapremo quali partite saranno state giocate con il pubblico e quali no, ci sarà da parte nostra la disponibilità a riconoscere, per chi lo vorrà, una forma di rimborso. Noi siamo i primi a soffrire della mancanza dei tifosi all’interno dello stadio e questa situazione ha anche un impatto economico che, comunque, gestiremo. Ma non sulle spalle dei tifosi. Potete stare tranquilli da questo punto di vista. Vi ringrazio personalmente per l’atto di amore dimostrato al momento di sottoscrivere l’abbonamento. Non ci dimenticheremo di questo. Se poi ci fosse qualcuno, e qualcuno in effetti c’è stato, che ritenesse inaccettabile aspettare con noi cosa succederà scriva una mail a info@cittadivarese.it e la società anticiperà i soldi del rimborso dell’abbonamento, anche se in questo momento non sarebbe previsto. Forza Varese.”