Regioni chiuse e Milano verso il lockdown

Si attende l'ennesimo Dpcm, ormai uno a settimana!

MILANO – Il capoluogo lombardo verso la zona rossa insieme all’Hinterland. I confini regionali resteranno chiusi. Domani sarà varato l’ennesimo Dpcm, che ormai ha una scadenza di 7 giorni, vista la consuetudine di emanazione dello stesso decreto di queste settimane.

Verranno indicate tutte le “zone rosse” in Italia e la lista di attività che dovranno essere limitate. Verranno sicuramente chiusi i centri commerciali

Lunedì sera il premier firmerà il decreto con cui il governo chiude i confini tra le Regioni oltre a Milano, Napoli e probabilmente anche Genova. Si potrà circolare solo con autocertificazione alla mano, per ragioni di urgenza, lavoro e salute.

Intanto da lunedì Attilio Fontana ha comunicato l’avvio dei tamponi rapidi: “Da lunedì i tamponi rapidi antigenici inizieranno ad essere utilizzati dalle ATS e ASST della Lombardia in determinati ambienti pubblici e successivamente, grazie ad una delibera che sarà presentata in Giunta martedì 3 novembre, saranno forniti a medici e pediatri di famiglia che daranno la disponibilità. Queste tipologie di test consentono una rapida definizione dell’esito e sono quindi molto importanti per l’individuazione dei possibili casi Covid in diversi ambiti”.