Quantcast

Ignazio Ziino nuovo Presidente degli Arbitri legnanesi

E' stato Osservatore Arbitrale in Serie A dal 2012 al 2017

LEGNANO – Ignazio Ziino Colanino, 64 anni, Arbitro Benemerito, è il nuovo presidente della sezione di Legnano dell’Associazione Italiana Arbitri per il prossimo quadriennio. E’ stato eletto come candidato unico con 51 voti su 55 votanti (4 le schede bianche) durante l’assemblea sezionale, ordinaria ed elettiva, svoltasi in modalità videoconferenza e con voto elettronico che si è tenuta giovedì 17 dicembre 2020. Sono inoltre stati eletti Giuseppe Lattuada in qualità di Delegato Sezionale, Stefano Zambon e Gianluca Facchetti per il collegio Revisori dei Conti.

Ziino succede a Giuseppe Lattuada che ha guidato e gestito con grande competenza ed equilibrio la sezione legnanese per ben 24 anni (il periodo più lungo dalla fondazione della sezione), caratterizzati da una costante crescita di associati, raggiungimento di importanti traguardi tecnici e solidità nella gestione amministrativa.

Ignazio Ziino ha iniziato il suo percorso di Arbitro nel 1975 per poi diventare Osservatore Arbitrale nel 1993 dove ha iniziato uno splendido cammino che l’ha portato fino al massimo livello nazionale come Osservatore Arbitrale in Serie A nel periodo 2012-2017. Durante sua esperienza nella massima serie calcistica ha potuto confrontarsi e valutare le prestazioni di arbitri di massimo livello come Rizzoli, Orsato e Rocchi, solo per citare quelli più conosciuti nel mondo calcistico.

Ziino ha inoltre maturato notevole esperienza in ambito sezionale svolgendo per nove anni (1985-94) la funzione di segretario e poi componente del Consiglio Direttivo ((1994-98), Presidente del Collegio Revisore Conti (1998-2006), componente del Collegio Revisore Conti (2008-12). In ambito nazionale ha poi ricoperto per tre anni la carica di componente del gruppo sviluppo e perfezionamento Regolamento Giuoco Calcio.

Nel suo intervento di presentazione il neo presidente ha evidenziato: “Fra i vari punti programmatici del mio mandato particolari attenzioni saranno riservate al reclutamento di nuove leve e alla crescita e valorizzazione degli arbitri più giovani, senza dimenticare di curare l’aspetto etico e comportamentale”, e poi conclude con un augurio che è anche uno sprone ” Qualunque cosa facciate metteteci passione, autentico carburante per la realizzazione dei vostri sogni”.

(Fonte e foto A.I.A. Sez. Legnano)