Quantcast

La FoCoL si presenta: Martina Brogliato e Marta Roncato foto

Libero e palleggiatrice si raccontano sulle nostre pagine

LEGNANO – Ricomincia la nostra rubrica settimanale in cui incontriamo le ragazze della FoCoL Volley Legnano per sottoporle al nostro “interrogatorio”. Con grande simpatia questa volta è toccata al libero n.10, Martina Brogliato, e alla palleggiatrice, la n. 17 Marta Roncato.

FoCoL Volley LegnanoFoto Ivan Venturini

 

Nome: Martina

Cognome: Brogliato

Soprannome: Rimbalzella

Numero: 10

Data di nascita: 2/10/1993

Ruolo: libero

Altezza: 1,65

Come hai iniziato a giocare a pallavolo? La prima volta che sono entrata in palestra è stato grazie alle mie compagne delle medie, in terza: ho iniziato tardi, loro giocavano già tutte, mentre io ho fatto ginnastica artistica e nuoto perché non mi piacevano gli sport di squadra. Ho cominciato per gioco e dopo essere entrata nel mondo della pallavolo non ci sono più uscita.

Biografia pallavolistica: ho giocato tutte le giovanili fra Castiglione, da dove provengo, Venegono e Tradate. All’ultimo anno di superiori sono stata a Tradate in B1, poi ho fatto un anno in Toscana, in B2, a Cecina, per poi tornare in B1 a Gorla Maggiore. Purtroppo mi sono dovuta operare e avrei voluto smettere di giocare poi la brava allenatrice mi ha convinta a ricominciare dalla D. Altra chiamata a Gorla, dove sono rimasta per quattro anni, con tre promozioni dalla C alla B1, con successiva retrocessione in B2, e ora sono qui, dopo la promozione in B2 della scorsa stagione.

Una parola per descriverti: Ambiziosa

Personaggio sportivo a cui ti ispiri: Jenia Grebennikov

Il tuo motto: Vivi una vita che ricorderai

Aspettative per la stagione: L’importante per ora è cominciare, poi faremo il nostro meglio

A cena con quattro personaggi a tua scelta, chi? Charlize Theron, per classe ed eleganza, Julia Roberts, perché la amo e mi ricorda molto mia mamma da giovane, Jason Statham, che considero un attore pazzesco, riesce a farmi piacere un genere di film che solitamente non guardo, e Gerard Butler, che interpreta sempre ruoli diversi, dai più leggeri a quelli movimentati. Infine, se potessi, aggiungerei un posto per Cristoforo Colombo, per scoprire l’America e girare il mondo.

 

Nome: Marta

Cognome: Roncato

Soprannome: Ciak

Numero: 17

Data di nascita: 6/7/1994

Ruolo: palleggiatrice

Altezza: 1,70

Come hai iniziato a giocare a pallavolo? La mia migliore amica mi ha portato in palestra con lei, avevo nove anni e non sapevo che sport praticare dopo avere già provato danza e basket.

Biografia pallavolistica: ho trascorso le giovanili nella Yamamay poi, uscita dall’U18 sono passata a Castellanza dove ho giocato per due anni in b2, con una promozione in B1, sono rimasta altri due anni a Castellanza, poi due stagioni a Gorla, dove ho conquistato una promozione in B1 con Martina, seguono Induno in B2 poi in C a Luino, esperienza che mi è rimasta nel cuore.

Una parola per descriverti: Determinata

Personaggio sportivo a cui ti ispiri: Valerio Vermiglio

Il tuo motto: Chi ha il coraggio di ridere è padrone del mondo

Aspettative per la stagione: Innanzitutto dobbiamo iniziare il campionato, poi vedremo di arrivare il più in alto possibile

A cena con quattro personaggi a tua scelta, chi? Mio nonno, Alessandro Nesta, Myles Kennedy, Charles Dickens.