Quantcast

Lombardia gialla da venerdì, ma è già fuga verso il Sud!

Treni ed arei stracolmi per il rientro verso il mezzogiorno prima dello stop previsto dal Dpcm

MILANO – L’ultimo contestato Dpcm fa già acqua da tutte le parti. Lo stop all’uscita fra le Regioni, indipendentemente dal colore, previsto dal prossimo 21 dicembre e fino all’epifania ha provocato un vero e proprio terremoto di prenotazioni verso il Sud Italia da parte di lavoratori che vogliono tornare in famiglia a festeggiare il Natale.

E così se il governo voleva mettere in guardia sui rischia del Natale, ha invece ottenuto l’effetto opposto, creando una vera e propria fuga dal nord ed in particolare dalla Lombardia verso Sud.

Un dato su tutti: Alitalia ha visto schizzare le prenotazioni con un incremento del 50% tra il 17 e il 20 dicembre.

Segno tangibile che in molti andranno via per passare il periodo festivo con la famiglia.

I lombardi intanto venerdì prossimo entrano in zona gialla con apertura finalmente di bar e ristoranti, rimasti chiusi da settimane.

Oltre ai locali, si potrà anche circolare fuori comune e persino fuori regione.

Lo stop potrebbe, il condizionale è obbligatorio, arrivare nei giorni di festa con un divieto di uscita dai propri comuni di residenza previsto per Natale, Santo Stefano e Capodanno. Ma anche su questo ci stanno lavorando le Regioni ed un cambiamento di rotta sembra oggi inevitabile nonostante la cautela dell ministro degli Interni Luciana Lamorgese: “Proprio nel periodo natalizio dovremo allontanarci da quelle che erano le nostre tradizioni, fare festa tutti insieme. È un sacrificio necessario che ci consentirà di affrontare l’anno nuovo in maggiore sicurezza”.