Quantcast

In Lombardia il 76% di molecolari, in Veneto solo il 37%

Proseguono le bizzarre anomalie contabili fra le regioni

MILANO –  A fronte di 24.040 tamponi effettuati, sono 1.230 i nuovi positivi (5,1%). I guariti/dimessi sono 2.162.

Una cosa è evidente: la Lombardia fa uso ma non abuso dei test antigenici, come invece succede per altre regioni. In Veneto, per citare un esempio, dal 15 al 25 gennaio sono stati eseguiti 243.232 test rapidi con una media giornaliera di 22.112 tamponi.

In Lombardia nel medesimo periodo sono stati fatti 74.800 test antigenici con una media giornaliera di 6.800 al giorno.

In Veneto i molecolari sono il 37,85% del totale mentre in Lombardia il 76,54% del totale. In questo caso due modalità di rilevazione che non andrebbero assolutamente paragonate. In caso contrario la Lombardia avrebbe una percentuale di positivi di pochissimo superiore all’1%.

dati covid

 

Dati lombardi:

I dati di oggi:

  • i tamponi effettuati: 24.040 (di cui 11.288 molecolari e 12.752 antigenici) totale complessivo: 5.480.815
  • i nuovi casi positivi: 1.230 (di cui 58 ‘debolmente positivi’)
  • i guariti/dimessi totale complessivo: 452.231 (+2.162), di cui 3.328 dimessi e 448.903 guariti
  • in terapia intensiva: 392 (-15)
  • i ricoverati non in terapia intensiva: 3.530 (+118)
  • i decessi, totale complessivo: 26.789 (+77)

I nuovi casi per provincia:

  • Milano: 367 di cui 169 a Milano città;
  • Bergamo: 21;
  • Brescia: 188;
  • Como: 87;
  • Cremona: 12;
  • Lecco: 59;
  • Lodi: 38;
  • Mantova: 95;
  • Monza e Brianza: 71;
  • Pavia: 79;
  • Sondrio: 53;
  • Varese: 102.