Quantcast

Impianti sciistici: in Lombardia Assosport fa i conti delle perdite

Negozi sportivi con montagne di merce invenduta

MILANOAssosport, l’associazione nazionale tra i produttori di articoli sportivi, torna sulla chiusura degli impianti sciistici.

«In questi mesi difficilissimi – spiega Anna Ferrino, presidente di Assosport al sole 24ore – gli imprenditori della neve sono stati a più riprese chiamati a dare prova di coraggio e responsabilità: innanzitutto nei confronti dei propri dipendenti, garantendo loro continuità nei pagamenti degli stipendi, ma anche nei confronti dei clienti, ovvero tutti quei negozi rimasti con montagne di merce invenduta in pancia e alle prese con l’impossibilità di pagarla. Due qualità, coraggio e responsabilità, che auspichiamo caratterizzino il prossimo Esecutivo. Non importa di che colore politico sarà, quel che importa è che faccia presto. A chi siederà a Palazzo Chigi chiediamo che intervenga subito per salvare quel che resta di una stagione messa in ginocchio dalla prolungata chiusura degli impianti sciistici.

Il crollo delle vendite è stimato al 60% ed investe anche le nuove produzioni, praticamente ferme!