Quantcast

Legnano, Piano Triennale Opere Pubbliche, allo sport solo le briciole

Esclusa dal Piano la riqualificazione delle piscina comunale

LEGNANO – Lo sport continua a fare la parte della Cenerentola nel nuovo Piano Triennale delle Opere Pubbliche presentato mercoledì 10 febbraio dall’Amministrazione Comunale di Legnano.

Sono in fatti solo due gli interventi previsti per gli impianti sportivi cittadini: la realizzazione delle tribune del Campo dell’Amicizia (per un importo di 150.000 euro) e 100.000 euro all’anno per tre anni per l’abbattimento delle barriere architettoniche.

Esclusa dal Piano Triennale la riqualificazione della piscina comunale: quantificata in 3 milioni di euro nel precedente documento 2020-2022 redatto dal Commissario Straordinario Cristiana Cirelli, per il momento la Giunta guidata dal Sindaco Lorenzo Radice ha deciso di compiere ulteriori approfondimenti, “dubitando sul fatto che intervenire su una struttura datata possa dare alla città un impianto in grado di soddisfare tutte le diverse utenze: società sportive, amatori e famiglie.”

Tra gli investimenti inseriti nel piano, per la manutenzione di strade e marciapiedi sono stati stanziati 800.000 euro all’anno per la riqualificazione delle strade e 200.000 all’anno per l’abbattimento delle barriere architettoniche sui marciapiedi.
Per quanto riguarda la viabilità, mezzo milione di euro andranno al secondo lotto dell’intervento di adeguamento funzionale e alla messa in sicurezza di Via per San Giorgio/Via per Canegrate, tra il Parco Castello ed il confine con Canegrate.

Importanti le cifre stanziate per la cosiddetta “mobilità dolce“: 170.000 euro (derivanti dal Decreto Crescita) serviranno per il completamento dei percorsi ciclabili lungo la direttrice Ospedale – Centro – Canazza, 850.000 euro andranno al completamento dei collegamenti ciclabili nell’Oltresabotino (all’interno del Bando Primus) e 500.000 euro verranno stanziati per la Rete verde e del commercio (a cui si sommeranno altri 500.000 euro complessivamente nel biennio 22/23).

Altri 750.000 euro andranno per un opera che è stata definita come “qualificante per l’obiettivo amministrativo della città policentrica“: il centro civico di San Paolo.

Stanziati anche 200.000 euro per la messa in sicurezza dei solarium del vecchio Sanatorio Regina Elena all’interno del parco ex Ila.

Per quanto riguarda gli immobili di proprietà comunale, si segnalano 100.000 euro per la riqualificazione del comando della Polizia locale (con la risistemazione di spazi interni finalizzata a una maggiore funzionalità) e 450.000 euro in due anni per la sistemazione dell’area ex Macello, che verrà destinata alla nuova sede della Protezione civile.

Tre gli investimenti che interessano gli edifici scolastici cittadini: 425.000 euro (di cui 170.000 finanziati dal Decreto Crescita) serviranno per la riqualificazione funzionale ed il rifacimento dei serramenti, 200.000 (di cui 160.000 da finanziamento statale) per il miglioramento sismico dei solai delle scuole De Amicis, 100.000 per opere di riqualificazione edilizia, mentre 125.000 euro in tre anni saranno destinati a interventi di riqualificazione funzionale ed efficientamento energetico nelle scuole.

515.000 euro andranno alla riqualificazione di alloggi pubblici ed altri 130.000 recupero e alla riqualificazione di unità abitative oggi non assegnabili per carenze manutentive. Un impegno che permetterà di lavorare su un totale di 25 alloggi.

Oltre alla piscina, sono stati esclusi dal Piano Triennale anche il completamento dell’infrastruttura di fibra ottica ad anello per 220mila euro e la biblioteca, prevista dall’Amministrazione Fratus nel parco Falcone Borsellino e stimata intorno ai 5 milioni di euro.