Lombardia Covid: Dati stabili e meno ospedalizzati

Unico neo la provincia di Brescia che non scende e porta tutti in zona arancione

MILANO – Più di dieci milioni di abitanti ed un territorio non certo omogeneo. La Lombardia è un microcosmo di situazioni differenti ed sul covid non fa certo differenza.

A Sondrio il problema non esiste più da tempo. A Brescia è purtroppo evidente. Che fare allora? Mettere in zona arancione l’intera Regione? Bloccare le grandi città? Continuare a cambiare colore ogni settimana?

In Lombardia curva +0,44% (ieri +0,31%) con 42.508 tamponi totali (ieri 38.296) di cui 30.140 molecolari (ieri 24.740) e 12.368 test rapidi (ieri 13.556) con 11.584 casi testati (ieri 9.069); 2.540 positivi.

Il rapporto positivi/tamponi totali 5,97% (ieri 4,60%); rapporto positivi/casi testati 21,92% (ieri 19,45%).

dati covid

I dati di oggi:

  •  i tamponi effettuati: 42.508 (di cui 30.140 molecolari e 12.368 antigenici) totale complessivo: 6.235.973
  •  i nuovi casi positivi: 2.540 (di cui 92 ‘debolmente positivi’)
  •  i guariti/dimessi totale complessivo: 492.112 (+1.205), di cui 3.355 dimessi e 488.757 guariti
  •  in terapia intensiva: 368 (+5)
  •  i ricoverati non in terapia intensiva: 3.716 (-24)
  •  i decessi, totale complessivo: 27.938 (+55)

I nuovi casi per provincia:

  • Milano: 773 di cui 263 a Milano città;
  • Bergamo: 238;
  • Brescia: 559;
  • Como: 142;
  • Cremona: 93;
  • Lecco: 91;
  • Lodi: 53;
  • Mantova: 121;
  • Monza e Brianza: 96;
  • Pavia: 119;
  • Sondrio: 10;
  • Varese: 209.