Quantcast

Chiusi come a Natale e in zona rossa come a Codogno!

Governo verso scelte immediate già da questo fine settimana

ROMA – Niente lockdown sulla scia del marzo 2020, ma quello che si prospetta sembra essere l’ennesima misura tappabuchi in una situazione che non è certo quella dello scorso anno e manco quella dell’ottobre scorso.

Il governo si prepara a mettere in pratica i suggerimenti del CTS con l’obiettivo dichiarato di ridurre al massimo la socialità e quindi di ridurre i contatti tra le persone.

Già da questo fine settimana non saranno importanti i colori delle regioni e delle province: sarà tutto chiuso!

Niente bar, niente asporto, solo supermercati aperti come da tradizione. Il resto può attendere proprio come durante le vacanze di Natale.

zona rossa

La Lombardia intanto si prepara alla zona rossa visto che il passaggio si rivolge all’incidenza che supera 250 casi settimanali ogni 100mila abitanti almeno fino a poter riprendere il tracciamento.

Quindi per ristabilire il contact tracing subito zone rosse in tutta Italia nei week end sullo stile di Codogno.

Quindi regole più strette per contrastare «l’aumento sostenuto della circolazione di alcune varianti virali a maggiore trasmissibilità» come richiesto dal cts.