Quantcast

Coppa Italia: Uyba a Treviso contro Conegliano

Parte il cammino che condurrà alle Final Four di Rimini

BUSTO ARSIZIO – Chiuso il filotto incredibile della seconda metà di regular season che ha condotto l’Unet e-work ad uno straordinario quarto posto in classifica e alla semifinale di Champions League, gli occhi sono ora puntati tutti sulla Coppa Italia, con le Farfalle impegnate a Treviso contro l’Imoco Conegliano.

Domani alle 18 per i quarti di finale di fatto andrà in scena quella che è stata la finale della scorsa edizione, quando alla e-work Arena le venete alzarono il trofeo dopo una grande due giorni di volley.

La squadra di Santarelli, lanciatissima ovviamente in tutte le competizioni cui partecipa, viene da una striscia di 52 successi consecutivi e in questa stagione, in campionato, ha vinto tutte le gare in programma, e si parla di vittorie da tre punti, mai un tie-break per le Pantere.

Impegno quindi molto arduo quello che le biancorosse dovranno affrontare, ma con lo spunto giusto, come ricordano Camilla Mingardi e coach Musso, grazie alle dichiarazioni rilasciate all’addetto stampa, Giorgio Ferrario:

Così Camilla Mingardi: “Sarà un grande test per noi, abbiamo dimostrato di poter giocare alla pari con tutti, di essere grandi contro le grandi. E’ una partita secca e sicuramente non andiamo a Treviso sentendoci già sconfitte, l’Imoco è fortissima ma noi ce la metteremo tutta per qualificarci per la Final Four di Rimini“.

Coach Marco Musso: “E’ una partita da dentro-fuori, ne abbiamo giocate tante in questi anni e sappiamo cosa vuol dire giocarle. Certo è che Conegliano è un avversario che non ha bisogno di presentazioni: o lo si aggredisce o non c’è possibilità di giocare. Dobbiamo quindi arrivare pronti fisicamente e mentalmente, un po’ come fatto giovedì scorso a Istanbul“.