Quantcast

Emergenza Covid, Como e Cremona in zona arancione rafforzata

Anche dieci comuni della Città Metropolitana di Milano inseriti nella stessa fascia

MILANO – Il presidente della Regione Lombardia Attilio Fontana ha firmato tre nuove ordinanze, che andranno in vigore da mercoledì 3 marzo, che fanno entrare in zona arancione rafforzata tutta la provincia di Como, dieci comuni della Città Metropolitana di Milano e diversi comuni delle provincie di Mantova, Cremona (tra cui il capoluogo) e Pavia.

Nel dettaglio, sono stati inseriti in questa fascia i comuni milanesi di Motta Visconti, Besate, Binasco, Truccazzano, Melzo, Liscate, Pozzuolo Martesana, Vignate, Rodano, Casarile, quelli mantovani di Viadana, Pomponesco, Gazzuolo, Commessaggio, Dosolo, Suzzara, Gonzaga, Pegognaga, Moglia, Quistello, San Giacomo delle Segnate, San Benedetto Po, Asola, Castelgoffredo, Casaloldo, Medole, Casalmoro, Castiglione delle Stiviere, quelli pavesi di Casorate Primo, Trovo, Trivolzio, Rognano, Giussago, Zeccone, Siziano, Battuda, Bereguardo, Borgarello, Zerbolò, Vidigulfo, quelli cremonesi di Cremona, Spinadesco, Castelverde, Pozzaglio ed Uniti, Corte dei Frati, Corte de’ Cortesi con Cignone, Spineda, Bordolano e Olmeneta e l’intera la provincia di Como, capoluogo compreso.