Quantcast

La terza ondata spinge la Lombardia verso la zona rossa da lunedì

Casi in aumento e da più parti si invocano ulteriori misure di contenimento

MILANO –   La misura dell’arancione rafforzato potrebbe essere cambiare presto e ovviamente in peggio.

covid dati

La curva in Lombardia si impenna fino a +0,84% (ieri +0,75%) con 53.563 tamponi totali (ieri 55.611) di cui 38.772 molecolari (ieri 36.737) e 14.791 test rapidi (ieri 18.874).

Cresce il rapporto positivi/tamponi totali 9,65% (ieri 8,25%) e invece diminuisce il rapporto positivi/casi testati 31,60% (ieri 32,20%).

I ricoverati in ospedale crescono ancora: +190 (4.735) e crescono purtroppo anche le terapie intensive +26 (532) con 56 nuovi ingressi del giorno.

Gli esperti intanto indicano verso la fine di marzo il picco di questa terza ondata ed è quindi probabile che le misure che il governo attuerà a breve possano andare ben oltre la Pasqua come prospettato in un primo momento.

Le variabili però sono tante: la variante inglese non è detto che possa aumentare la letalità, che attualmente è identica al periodo precedente.

La terza ondata sembra essere molto meno dirompente della seconda e distante anni luce dalla prima.

Le vaccinazioni metteranno ulteriormente al riparo quella fascia di popolazione che rischia di più, quindi permettendo agli altri di poter continuare a lavorare e a vivere, seppure con regole definite.

Detto questo l’incremento della contagiosità del virus è quello che più preoccupa gli esperti che vogliono riportare l’RT sotto quota 1, visto che l’incidenza della variante inglese aumenta l’indice di 0.4-0,7, creando in maniera esponenziale nuovi positivi.

Uno dei fattori di controllo potrebbe essere il rapporto positivi primi tamponi che non cresce fortunatamente, ma che deve necessariamente scendere in maniera netta. Questo potrebbe essere un segnale di cedimento importante del virus che per ora è solo accennato.

I dati di oggi:

  •  i tamponi effettuati: 53.563 (di cui 38.772 molecolari e 14.791 antigenici) totale complessivo: 6.821.426
  •  i nuovi casi positivi: 5.174 (di cui 215 ‘debolmente positivi’)
  •  i guariti/dimessi totale complessivo: 517.771 (+2.057), di cui 4.146 dimessi e 513.625 guariti
  •  in terapia intensiva: 532 (+26)
  •  i ricoverati non in terapia intensiva: 4.735 (+190)
  •  i decessi, totale complessivo: 28.577 (+59)

 

I nuovi casi per provincia:

  • Milano: 1.200 di cui 421 a Milano città;
  • Bergamo: 372;
  • Brescia: 1.114;
  • Como: 403;
  • Cremona: 170;
  • Lecco: 180;
  • Lodi: 80;
  • Mantova: 291;
  • Monza e Brianza: 475;
  • Pavia: 313;
  • Sondrio: 72;
  • Varese: 378.