Quantcast

Lombardia: 6,6 milioni di persone vaccinate entro giugno

Parte il piano vaccinale: 170mila vaccinazioni in Lombardia al giorno

MILANO – Sono gli ingressi in ospedale a preoccupare la Lombardia che si avvia a grandi passi verso una zona rossa totale a partire da lunedì prossimo. Gli ingressi in TI sono di altre 30 persone ricoverate, in totale 80 in tre giorni. Il tutto a fronte di altri ingressi in ospedale per un numero complessivo in tre giorni di circa 500 persone.

dati covid
dati covid

Oggi in Lombardia curva +0,75% (ieri +0,62%) con 55.611 tamponi totali (ieri 42.052) di cui 36.737 molecolari (ieri 25.988) e 18.874 test rapidi (ieri 16.064).

Diminuisce seppure di poco  il rapporto positivi/tamponi totali 8,25% (ieri 8,94%) e anche il rapporto positivi/casi testati al 32,20% (ieri 37,19%).

Intanto in Lombardia parte il ‘Piano vaccinale anti-Covid’ di massa, individuazione di centri per le somministrazioni, previsione di effettuare 170.000 dosi al giorno e completare il programma entro giugno. Con il proposito di coprire 6.6 milioni di lombardi, sono questi gli obiettivi illustrati nella conferenza stampa  a Palazzo Pirelli.

“Con la delibera approvata in Giunta per i centri massivi  proseguiamo nella direzione intrapresa la scorsa settimana. Questo,  in coerenza con il nostro ‘modello misto’ e nel rispetto delle linee guida nazionali. L’obiettivo è concludere entro giugno la campagna vaccinale, compatibilmente con l’arrivo delle dosi necessarie dei vaccini”.

Così Letizia Moratti che ha inoltre precisato che per ‘modello misto’ si intendono strutture ospedaliere, Rsa e mondo della sanità.

“Abbiamo individuato – ha aggiunto la vicepresidente – d’intesa con le Ats e i Comuni, i centri vaccinali necessari al completamento della vaccinazione massiva entro il mese di giugno coinvolgendo 6,6 milioni di cittadini”.

Per completare le vaccinazioni entro il mese di giugno – ha aggiunto – è necessario garantire circa 170.000 vaccinazioni al giorno”.

“I centri vaccinali massivi individuati – ha aggiunto Letizia Moratti – garantiscono una capacità di circa 140.000 somministrazioni al giorno. Alla capacità dei centri massivi si aggiungono circa 30.000 somministrazioni giornaliere. Queste sono  garantite dalle strutture sanitarie private cioè ospedali e ambulatori e dal canale distribuito ossia Mmg, farmacie, somministrazioni domiciliari ed infine le aziende”.