Quantcast

Nessun limite per la FoCoL che vince anche a Gorgonzola fotogallery

Sesto successo consecutivo per Cavaleri e compagne

GORGONZOLA – Non c’è niente da fare, poco da aggiungere, cominciano a venire meno le parole: sarebbe troppo semplice liquidare la FoCoL Legnano come una corazzata imbattibile, perché limiteremmo tutto il lato umano di questo team meraviglioso.

Gorgonzola-FoCoL Legnano 1-3

Una corazzata è fredda, cinica, distaccata, mentre qui il comune intento della vittoria unisce giocatrici, staff, dirigenza, con quegli occhi che brillano di puro sentimento sportivo.

La sesta vittoria su sei partite giocate non ha fatto altro che confermare tutto ciò: una partita a tratti non facile, portata a casa in quattro set, con le padrone di casa della Delta Engineering Gorgonzola spesso in palla e capaci di impensierire le Coccinelle. Quello cui siamo abituati, quello che tutti ci aspettiamo e che sempre vediamo alle partite della FoCoL è che, nei momenti di maggior difficoltà, in un attimo il gruppo si compatta, mette in campo la pallavolo più limpida che ci si possa aspettare ed in pochi scambi il gioco è fatto.

Così nel primo set, quando sul 10-6, al ritorno dal time-out chiamato da coach Uma, Cavaleri e compagne hanno inanellato un parziale killer (0-7), poi di nuovo nella terza frazione, quando l’Argentia pensava di poter gestire il 12-8, ma ha dovuto nuovamente fare i conti con il ritorno prepotente di Legnano, con il risultato di segnare soltanto altri 4 punti da lì alla fine del set, e perdendo con 9 lunghezze di svantaggio.

Dimentichiamo pure il secondo set, un flebile attimo di sbandamento, dato anche dall’irruenza delle ragazze di coach Santandrea, costrette a dare il tutto per tutto dopo la debacle di avvio gara.

Tutte le biancorosse hanno dato il proprio contributo, con grandissima dedizione alla causa, stritolando nella propria morsa le incolpevoli avversarie, prese 14 volte a pallonate dai 9 metri, con Simonetta, top-scorer (20 pt, 44%), autrice di ben 4 ace, seguita a 3 da Roncato, impeccabile nella sua regia e mai banale nel suo servizio tagliente e sempre pericoloso.

Così come decisivo è stato il muro, compatto nei momenti topici: 9 block-in di squadra, 4 per Mazzaro, fra le sue 16 marcature personali, e 3 per Fantin, anche lei in doppia cifra, a quota 14 punti in coabitazione con capitan Cavaleri.

Sempre pronta quando chiamata in causa anche l’altra centrale, Battilana, dal cui braccio si sa, partono palloni raramente facili da difendere, così come pronta si è sempre fatta trovare il libero Brogliato.

La classifica? Una formalità, vale la pena sottolineare che la FoCoL sia capolista? Serve soffermarsi sul fatto che la prima inseguitrice, la stessa Gorgonzola, sotto di 6 punti, ha giocato addirittura una partita in più?

Sarebbero soltanto ulteriori dettagli a suggellare il passo determinato della squadra dei record. Come abbiamo già avuto modo di affermare lo scorso anno, il dubbio non è “Quanto farà la FoCoL?“, bensì “Quanto vincerà?“.

Altra forza di questo gruppo è la caparbietà con cui affronta ogni lotta: archiviata la vittoria di ieri la testa è già rivolta a sabato, in programma un’altra trasferta, a Cusano Milanino, senza mai perdere di vista le proprie priorità, ovvero migliorarsi sempre di più e dare costantemente il massimo.

La cronaca:
Primo set: partono bene Cavaleri e compagne, con attacchi chirurgici che danno del filo da torcere alla retroguardia di casa, ma Gorgonzola non sta a guardare e reagisce punto a punto (5-5) per poi involarsi sul 10-6: Uma chiama il time-out e al ritorno in campo è tutta un’altra musica. Parziale di 7-0 per la FoCoL con Fantin sugli scudi (4 punti in questa rincorsa), ace di Mazzaro e sorpasso ultimato (10-13). Pettenati mette momentaneamente fine alla fuga legnanese, che ricomincia grazie a Cavaleri e Simonetta, propositiva in attacco e millimetrica dai 9 metri. Gorgonzola molla la presa, comincia a sbagliare e subisce ancora più distintamente la forza legnanese: ace di Grimoldi e muro di Fantin per il +9 finale.

Secondo set: sembra iniziare secondo i migliori auspici anche il nuovo set, con Mazzaro e Roncato a spingere (0-3, 1-5), poi Pettenati e Vitali accorciano, ma Battilana non ci sta e, insieme a Simonetta e al muro di Mazzaro, ricostruiscono il gap di vantaggio (4-9). Non ci sono segni di cedimento fra le Coccinelle, la difesa tiene bene, Brogliato copre diligentemente, mentre Simonetta, imbeccata dalla propositiva Roncato al palleggio, bombarda il 9-13 e l’11-14. Qui parte la corsa di Gorgonzola che inizia a difendere molto più concretamente, concedendosi così contrattacchi che vanno a segno, ed ecco confezionato prima il pareggio poi il sorpasso (18-17). Legnano non ci sta, Mazzaro dardeggia ancora con intensità e con l’aiuto di Simonetta e Cavaleri si riaffaccia in avanti (20-21, 22-24), ma le circostanze portano l’Argentia ad accorciare, annullando due set-point e finendo per prendersi la frazione.

Terzo set: primi scambi belli e contesi, grazie alla voglia di riscatto della FoCoL che va avanti coi punti di Simonetta e Cavaleri (1-4), ma Gorgonzola nuovamente risponde per le rime (6-6), provando anche a scappare (8-12) ma questa volta Legnano sa di avere dalla propria tutte le chiavi per aprirsi i varchi giusti, ed ecco il controsorpasso, che taglia le gambe alle avversarie. I due ace consecutivi di Roncato spezzano ogni velleità di Gorgonzola, che si scioglie sotto la luce solare emanata dalle legnanesi, autoritarie tanto da chiudere ancora sul 16-25.

Quarto set: chi la spunterà fra chi vuole a tutti i costi prendersi la sesta vittoria di fila e chi vorrebbe riaprire in qualche modo i giochi e limitare i danni? La foga iniziale propende per Legnano (2-5, 3-6) ma l’orgoglio permette a Gorgonzola di recuperare e riportarsi davanti (7-6). Fiducia casalinga che dura poco, perché le due centrali biancorosse strappano applausi, Fantin per muro e attacco andato a segno, Battilana un ace. A nulla serve il time-out di Santandrea perché la FoCoL prosegue nel proprio viaggio verso la meta (8-14), con Mazzaro in cattedra nelle fasi centrali, seguita a ruota da Cavaleri, che spegne la voglia di casa nel momento in cui la Delta avrebbe potuto dire la sua. Simonetta si inventa due servizi al top, Gorgonzola non risponde e Battilana mette la parola fine all’incontro, con 10 punti sulle avversarie.

Delta Enginering Gorgonzola-FoCoL Volley Legnano 1-3
(16-25, 26-24, 16-25, 15-25)

Delta Engineering Gorgonzola: Boscolo, Guglielmi, Di Pierro, Grazioli (13), Rossi, Regiroli (L), Santamaria 10, Grazzi (L), Franz 2, Pettenati 9, Corrente 8, Tripepi, Magnifico, Vitali 10, Ghezzi, Clavenna. Allenatore: Santandrea. Assistente: Francese.

FoCoL Volley Legnano: Lenna (L), Battilana 7, Carcano, Pozzi, Simonetta 20, Ottaviani, Brogliato (L), Marini, Cavaleri 14, Fantin 14, Mazzaro 16, Roncato 5, Grimoldi 1. Allenatore: Uma. Assistente: Lumastro.

Note:
Delta Engineering Gorgonzola: 3 ace (7 errori in battuta), 44% in ricezione, 29% in attacco, 4 muri.

FoCoL Volley Legnano: 14 ace (11 errori in battuta), 52% in ricezione (23% perfetta), 41% in attacco, 9 muri.