Quantcast

PalaDante terreno di conquista, passa la Marnatese

Terza sconfitta di un punto per la Wiz Legnano

LEGNANO – Il PalaDante? Ancora terreno di conquista. Per gli avversari della WIZ Legnano Basket ’91. Ancora teatro di cocenti delusioni – come descrivereste la terza sconfitta consecutiva di 1 punto ?? – e luogo perfetto per rimuginare sulle scelte fatte e quelle che, probabilmente, invece, forse, magari, sarebbe stato meglio fare. In ogni caso anche il quarto tentativo dei gialloviola legnanesi finisce infatti a vuoto premiando, certamente oltre i suoi meriti, la capolista Marnate che sul parquet delle Dante si dimostra brava, cinica ma, in tutta oggettività, anche fortunata.

Come non definire altrimenti la formazione marnatese che, dopo solo 3 giri di lancette, si trova la strada spianata dall’infortunio (guai alla caviglia tutti da valutare) capitato a Simone Nuclich, ovvero l’unico giocatore che in questo momento, in casa WIZ, è davvero insostituibile. Eppure, eppure, facendo proprio il motto “less is more” la squadra allenata da coach Ciro Ferrara, già alla prese con l’addio di Bryant Piantini, in partenza per Santo Domingo dove effettuerà la preparazione in vista della qualificazione per il torneo pre-olimpico di 3 contro 3, costruisce ulteriore compattezza. O meglio, si compatta edificando solidità intorno a “LupoPortaluppi, capitano vero, splendido trascinatore e interprete perfetto per carattere e mentalità.

Attorno a “Lupo” si sono visti per la prima volta in stagione uno Spertini in versione killer (20 punti con cinque triple) e, finalmente, un pungente Mike D’Ambrosio (14 punti + 11 rimbalzi), entrambi bravissimi, ma comunque non sufficienti nella gara in cui Hamadi, stranamente, non ha mai guardato il canestro con occhi voraci e Gastoldi ha prodotto poco, quasi nulla. Tutto ciò, in una gara che si è chiusa con la prodezza sulla sirena firmata da Cattaneo, ha avuto un peso rilevantissimo.

La cronaca racconta di un avvio sparato degli ospiti (5-10 al 4°), subito ripresi da Spertini: 7 nel primo quarto e 16-18 al 10°.

Il secondo periodo è di netta marca WIZ con Spertini – 9 nel periodo e Mike D’Ambrosio -, che fanno la voce grossa fino al + 13 (37-24 al 17°) che vale un sogno a occhi aperti. Legnano resta al comando abbastanza bene fino al 23° (46-36), ma quando Marnate sposta la partita sul piano fisico alzando il volume difensivo, WIZ paga dazio perdendo un pallone via l’altro. La pioggia di perse esalta Arui e genera un parziale di 7-20 per i biancoverdi che sorpassano WIZ al 30°: 52-56.

Da qui in avanti, in un duro e sporco gioco di trincea, le due squadre procedono affiancate strappandosi il servizio a vicenda fino all’assist “zuccherato” di Mike D’Ambrosio per Spertini: tripla del 72-71 per Legnano a 9 secondi dalla fine. Sulla prima replica Portaluppi stoppa d’imperio Arui, ma sulla rimessa ospite a 4 secondi dalla fine, WIZ sbaglia un paio di mosse difensive, mentre Cattaneo – largo MVP della gara -, quasi incredulo, si trova solo soletto con il pallone fra le mani. Secondo voi, come finisce?

WIZ Legnano 91 – Marnate 72-73 (16-18) (42-34) (52-56)

WIZ: Spertini 20, Pogliana 1, Radice 3, Lodi ne, D’Ambrosio M. 14, Portaluppi 9, Nuclich, D’Ambrosio D. 5, Ciapponi 3, Hamadi 5, Riboli 12, Gastoldi. All.: Ferrara.

MARNATESE: Parietti 1 Tiengo 4 Croci 13 Arui 12 Augusto 0 Fiorini 0 Ferro ne Florio 6 Cattaneo 22 Roppo 13 Pogliana ne Tonella 2 All. Viola – Santaterra

La classifica

Marnatese Basket 10
Pallacanestro Castronno 6
Virtus Luino 4
G.S. Casorate 4
Basket Legnano 4
Basket Venegono 4

(Fonte Wiz Basket Legnano)