Quantcast

Coppa Italia solo per le squadre di A e B, la C non ci sta

Ghirelli (Lega Pro): ''espressione di una concezione elitaria del calcio''

MILANO – Alla prossima edizione della Coppa Italia parteciperanno solo squadre di Serie A e B. Niente più partecipazione alle squadre di Serie C e D, che ormai da parecchi anni venivano ammesse ai turni preliminari.

Una decisione presa dalle Serie maggiori per rendere televisivimente più appetibile la competizione, ma che ha già fatto nascere vibranti proteste tra le categorie escluse: “La decisione della Serie A di escludere le squadre di Lega Pro dalla Coppa Italia non solo viola diritti consolidati, ma è espressione di una concezione elitaria del calcio, incapace di avere una visione di sistema – ha dichiarato il Presidente della Lega Pro, Francesco Ghirelli, che ha annunciato convocazione il Consiglio direttivo della sua Lega per adottare “ogni iniziativa per tutelare i diritti delle proprie squadre e per salvaguardare una cultura del calcio che sia rispettosa dei valori più autentici dello sport. Innovare è giusto, ma salvando la coesione del sistema calcio“.

Lo stesso calcio che protestava per la nascita della Super Lega ora sembra non farsi troppi problemi ad escludere le Serie minori. L’ennesima dimostrazione di ipocrisia di uno sport sempre più malato…