Quantcast

La FoCoL è emozione pura: successo stellare a Milano in semifinale fotogallery

Playoff sempre più a tinte biancorosse, sabato Gara2

MILANO – Palpitazioni, tremori agli arti, occhi lucidi: sono i sintomi dell’Emozione che ti pervade e non ti lascia più quando assisti ad un evento così eclatante da lasciarti stupefatto, a bocca aperta.

FoCoL Volley Legnano

Il nostro evento, la nostra Emozione, si chiama FoCoL, e prosegue ininterrotto dal 23 gennaio quando, una sera fosca e fredda in provincia di Como, le Coccinelle misero il primo tassello di questa cavalcata straordinaria.

In questi mesi le abbiamo viste lottare su ogni pallone, contro ogni avversario, determinate, caparbie, cariche di sano agonismo, e oggi siamo qui a raccontarci dell’ennesimo 3-0, il terzo in questi playoff, maturato in casa della Pro Patria Milano, fino ad oggi imbattuta fra le mura amiche.

Le nostre adorate biancorosse strappano applausi e sorrisi, ti contagiano con il loro entusiasmo, ti trascinano nel loro incedere da uragano.

E proprio come un uragano si sono comportate al PalaNatta, chiudendo la pratica in tre set, mettendo a terra 8 ace (5 della mattatrice Simonetta), col 40% in attacco e anche 6 block-in.

Come sempre la prova corale del team biancorosso ha condotto il gruppo al successo, maiuscolo, meritato, voluto dall’inizio alla fine. Mai un momento di cedimento, mai un frangente in cui, sugli spalti, ci siamo preoccupati.

Questa squadra ha una sola identità, chiara e definita: si chiama Vittoria.

La cronaca:
Primo set: ci pensa subito Simonetta a stemperare la tensione con tre punti (due ace) consecutivi che mettono subito in chiaro le cose, poi Pro Patria risponde, nonostante l’opposta biancorossa continui a spingere forte (1-5, 3-7, 9-10). Battilana va a segno in fast e subito dopo Roncato con un bel muro per il ripristino di un confortevole +2, Massa replica ed è parità (14-14). Mazzaro in cattedra, ma c’è equilibrio in questa fase del set, sebbene la FoCoL sappia sempre quando è il momento di dare la sterzata giusta ed è con il tridente d’attacco Cavaleri-Simonetta-Mazzaro che le biancorosse prendono il largo, con Battilana a murare il 17-19, mentre dietro Brogliato ammortizza ogni tentativo casalingo. Il time-out chiamato dalla panchina di casa non sortisce gli effetti sperati e al ritorno in campo il martellamento legnanese prosegue (17-23), con Simonetta abile nel mettere a terra altri due punti dai 9 metri. Battilana e Mazzaro nel finale mettono la ciliegina sulla torta (21-25).

Secondo set: più combattuto l’avvio della nuova frazione, Giacomini risponde punto su punto alle scorribande legnanesi firmate da Cavaleri e Mazzaro (5-3), poi Roncato, con uno dei suoi soliti servizi sibillini, dà il via ad un primo tentativo di fuga (5-6). Cavaleri si ritaglia brillantemente il proprio spazio mentre al centro comincia a farsi pressante l’ingombrante presenza di una Fantin che picchia duro (6-8, 12-16). Di nuovo il time out di Pro Patria non ha effetti, grazie alle due marcature di Simonetta che valgono il +6. Le padrone di casa faticano a riorganizzarsi, colpite dall’incedere prepotente di una FoCoL consapevole che prendersi almeno 2 set sarebbe fondamentale nell’ottica del ritorno, ed è così che va, con punti finali di Simonetta e Mazzaro (19-25).

Terzo set: se è vero che l’appetito vien mangiando, Legnano sa bene che è l’ora di addentare gli ultimi morsi alla pietanza ancora calda, e infatti Cavaleri e compagne scendono in campo pronte alla battaglia. Battilana apre i giochi, Roncato incrementa di seconda, poi break per il primo allungo, un 6-0 di parziale che premia gli sforzi biancorossi (4-9). È ancora Massa ad impensierire la retroguardia legnanese (7-10) ma di nuovo l’incedere monumentale della FoCoL marca un gap netto (7-13). La Pro Patria si scuote e recupera fino al 15-15, quando ancora vediamo un cambio di rotta per Legnano: Fantin è indomabile in primo tempo, Mazzaro e Simonetta rispondono sempre “Presente” ed è così che la sfida si chiude con Legnano avanti di 5.

Bracco Pro Patria Milano-FoCoL Legnano 0-3
(21-25, 19-25, 20-25)

Bracco Pro Patria Milano: Migliore C., Calinich, Giacomini 9, Pagnin, Sisti (L), Zola 2, Garzero, Bassani 4, Migliore M. 1, Betti 1, Pasuello, Massa 10, Scandella 4, Migliorin 9, Amadasi 9, Mandotti (L). Allenatore: Brugnone. Assistente: Tentorio.

FoCoL Legnano: Lenna (L), Battilana 6, Carcano, Pozzi, Simonetta 18, Ottaviani, Brogliato (L), Marini, Cavaleri 5, Fantin 8, Mazzaro 11, Roncato 6, Grimoldi. Allenatore: Uma. Assistente: Lumastro.

Note:
Bracco Pro Patria Milano: 4 ace (6 errori in battuta), 48% in ricezione (12% perfetta), 35% in attacco, 5 muri.

FoCoL Legnano: 8 ace (errori in battuta), 50% in ricezione (16% perfetta), 40% in attacco, 6 muri.