Quantcast

Rho, cinque anni di investimenti per lo sport

Il Comune di Rho ha investito 5,2 milioni di euro dal 2016 al 2020

RHO (MI) – Un nuovo parco acquatico con scivoli e giochi d’acqua alla piscina del Molinello: è solo l’ultimo di una serie di progetti realizzati dal Comune di Rho, che ha investito 5,2 milioni di euro nel periodo 2016-2020 per la riqualifica dei 22 impianti sportivi comunali e il rinnovo degli impianti di illuminazione con lampade a led.

Una cospicua parte di investimenti ha riguardato il Centro Sportivo del Molinello: oltre al progetto di rinnovamento delle piscine esterne, gestite da MGM, la società che cura il centro natatorio comunale, è stato realizzato un nuovo campo da rugby, con tribuna, spogliatoi e sala riunioni (2,5 milioni di euro). I lavori hanno poi riguardato la palestra, con il rinnovo della facciata, la trasformazione in edificio a energia quasi zero e il restyling di spogliatoi, servizi e sale (1,8 milioni di euro), mentre è di prossima realizzazione una nuova palestra a fianco di quella attuale (al posto dei campi da calcio, non più utilizzati). Inaugurato invece da qualche settimana il nuovo Parco Avventura, tra gli alberi del Molinello Play Village.

Ci sono poi stati investimenti diffusi sul territorio: la riqualificazione del parco di via Pirandello e il nuovo skatepark (49.000 euro); la nuova illuminazione a led in alcune palestre.

Lo sport è uno strumento educativo per far crescere i cittadini di domani – commenta l’assessore allo Sport e vicesindaco Andrea Orlandiper questo abbiamo voluto investire nello strutture. Lo sport deve essere per tutti, per questo sosteniamo le associazioni cittadine che si occupano di sport per disabili, come Sesamo e Baskin“.

L’Amministrazione comunale rhodense ha anche lavorato in questi 5 anni nella consulta dello Sport per la riorganizzazione della gestione di palestre e impianti come spiega uno dei suoi componenti, Giovanni Sada: “Abbiamo mappato le strutture sportive esistenti, con le loro caratteristiche e le loro criticità, e le abbiamo poi assegnate alle associazioni con contratti di durata triennale e non più annuale, come succedeva in precedenza, permettendo così una migliore programmazione delle attività . Come Consulta abbiamo poi organizzato la Vetrina dello sport, un week end per far conoscere le attività sportiva alla città, che si svolge a settembre in piazza Visconti: l’anno scorso hanno partecipato ben 38 associazioni e c’è stata un’ottima affluenza di pubblico, nel rispetto delle normative anti Covid“.