Quantcast

RICEVIAMO E PUBBLICHIAMO: noi aggrediti sabato sera per una sigaretta!

Succede ad una coppia con figli in pieno centro a Legnano

LEGNANO – Ci scrive Laura per denunciare l’ennesimo degrado del centro cittadino di Legnano. Una settimana quella appena trascorsa che si chiude nel peggiore dei modi fra risse, spaccio, alcolizzati, droga e persino inseguimenti davanti al commissariato di polizia.

Buongiorno Gentile direttore. Le scrivo da Legnano per raccontarle quello che è successo ieri sera , sabato 22/05/21 nel parco dietro largo Tosi verso le 22. Eravamo su una panchina io, il mio compagno e un’altra coppia di amici con i nostri bambini di 8 anni. Siamo stati avvicinati da uno straniero e la sua fidanzata per una sigaretta e quando non l’ha ottenuta, siamo stati aggrediti. Abbiamo cercato di smorzare la cosa sul nascere ma senza successo. Questo individuo è stato raggiunto da altri suoi connazionali e uno di questi si è sfilato la cintura. Sono stata colpita da una frustata quindi il mio compagno è stato costretto a sferrare un calcio per allontanare questo individuo. Cercavamo di allontanarci ma continuavano a venirci addosso. Siamo riusciti a scappare e ad avvertire le forze dell’ordine solo grazie all’intervento di due persone più grandi sempre di questo gruppo che hanno cercato di trattenere questa bestia. Tutto questo è avvenuto davanti ai bambini che sono rimasti terrorizzati.

I carabinieri sono intervenuti e hanno caricato in macchina questo animale che si buttava addosso anche alle forze dell’ordine. Questi poveri carabinieri ci hanno detto di essere esausti. Questo straniero era appena uscito di prigione per la TERZA VOLTA.

I nostri carabinieri non possono fare nulla, hanno le mani legate, ci hanno chiesto di fare denuncia perché a oggi è l’unica cosa da fare anche se inutile perché loro li arrestano ma dopo due giorni sono fuori ancora. L’esercito è stato utilizzato per controllare chi indossava la mascherina e per controllare le autocertificazioni ma non viene utilizzato per controllare questi individui. Ci siamo allontanati dal centro lasciando questi poveri carabinieri in 6 contro almeno 30 extracomunitari che non hanno né paura né rispetto per le forze dell’ordine.

Sembrava una scena di guerra con i nostri carabinieri spintonati e offesi da questi animali.

Queste sono scene che si ripetono ormai tutti i giorni a qualunque ora . È ormai una città dilaniata fa queste gang. Non è possibile lasciare la città in balia di queste persone, non è possibile non aver la possibilità di mangiare un gelato tranquillamente senza paura di essere aggrediti da queste band di STRANIERI, perché si ERANO TUTTI STRANIERI. Tutto questo è uno schifo e non accusateci di razzismo.

LETTERA FIRMATA