Quantcast

La Castellanzese C crede

Vittoria e secondo posto con Chessa sempre più scarpa d'oro.

CASTELLANZAPlayoff centrati e tre gare al termine della stagione per capire meglio la griglia spareggi. La Castellanzese spera sempre di centrare anche la promozione in Lega Pro, anche se alcuni incredibili risultati ne hanno compromesso il cammino, specialmente la rocambolesca sconfitta in casa contro la cenerentola Borgosesia.

Adesso la trasferta di Caronno, poi la Folgore Caratese in casa ed infine la trasferta di Imperia.

Chessa festeggia il 31esimo centro stagionale, ma di contro la difesa neroverde è fra le peggiori del campionato, insieme a Fossano e Vado con 63 reti al passivo, ma il Borgosesia di reti ne ha subite ben 70.

Dal canto suo il presidente Affetti ha spiegato: “Anche se il primo posto adesso è più lontano, c’è il secondo che è nettamente alla portata. Penso che la squadra abbia ancora la energie per chiudere un campionato ad alti livelli”.

E ancora: “Era impensabile che la Castallanzese mantenesse il ritmo dell’inizio del 2021. Poi se vengono a mancare anche alcuni giocatori importanti come Federico Zazzi, che raccordare benissimo le due fasi, diventa tutto più complesso. Penso che il campionato della Castellanzese si possa riassumere nella differenza reti. Tanti gol fatti ma anche tanti concessi. Dobbiamo trovare maggior equilibrio, ricercare l’equilibrio giusto per le ultime quattro partite”.