Quantcast

A.C. Legnano, il Presidente Munafò svela i programmi per la nuova stagione foto

''Con 200 abbonati e 400 spettatori allo stadio la categoria giusta per il Legnano è la Serie D''

LEGNANO – Sono stati presentati oggi, nella sede di Via Palermo, i dirigenti ed i tecnici dell’A.C. Legnano in vista della nuova stagione di Serie D che inizierà dopo le vacanze estive.

A fare gli onori di casa il Presidente lilla Giovanni Munafò, felice di poter tornare di nuovo al lavoro per la prossima stagione: “Iniziamo questa nuova avventura con rinnovato entusiasmo, sperando che quella che sta per cominciare sia una stagione diversa da quella dello scorso anno, soprattutto dal punto di vista del pubblico. Giocare a porte chiuse non è sport, il calcio va condiviso con i tifosi, che per noi sono importanti ed abbiamo sentito la loro mancanza, soprattutto per quanto riguarda il loro sostegno“.

Abbiamo deciso, d’intesa con il Consiglio Direttivo, di ripartire da dove avevamo finito, seguendo una linea di continuità riconfermando nei loro ruoli il Direttore Sportivo Vito Cera – che ringrazio per aver saputo sfruttare il budget a disposizione allestendo una squadra che ha sfiorato i playoff – ed il tecnico Marco Sgrò, che siamo felicissimi di riavere di nuovo in panchina. Abbiamo fatto in modo di confermare anche l’ossatura della squadra, che lo scorso hanno ha dimostrato di essere la prima della classifica del girone di ritorno. Purtroppo è arrivata la beffa a pochi minuti dalla fine a Casale che è stata come un Tir che ti viene addosso…”, ha ricordato il massimo dirigente lilla.

Poi Munafò da spiegato molto chiaramente quali possono essere le ambizioni del club: “Voglio essere chiaro: ad oggi, con 200 abbonati e 400 spettatori allo stadio la categoria giusta per il Legnano è la Serie D. Se poi quest’anno i tifosi lilla verranno in massa al “Mari” e gli imprenditori legnanesi si avvicineranno alla squadra valuteremo se provare a fare qualcosa di più. Però credetemi: i numeri a questo momento non permettono di fare altro. Non vogliamo illudere nessuno, siamo molto concreti, preferiamo avere una società sana, senza debiti: la serietà a livello societario per me è più importante di tutto.”

La serata è stata anche l’occasione per presentare il nuovo Vice-Presidente Nazareno Triburzi, che andrà ad affiancare il riconfermato Alberto Tomasich, che anche quest’anno si occuperà della gestione del marketing societario. Proprio Tomasich ha poi spiegato quali saranno le modalità di abbonamento per la nuova stagione, che prevede cinque diverse opzioni: per la Tribuna Rossa (in vendita a 350 euro), per la Tribuna Blu (200 euro), per la Tribuna Laterale (150 euro), per Curva e Popolari (che torneranno ad essere aperti, 150 euro) e per gli Over 70 (100 euro).

Ha poi parlato il Presidente Onorario Diego Munafò, che ha illustrato le problematiche riguardanti lo Stadio “Giovanni Mari”, che non sarà a disposizione del club lilla dal 1 settembre al 31 ottobre, per via della disputa del Palio di Legnano, spostato eccezionalmente al 19 settembre a causa della pandemia (leggi nostro articolo QUI>>)

Diego Munafò: “Quello di quest’anno non è un Palio”

Tornando al calcio, è poi intervenuto il Direttore Sportivo Vito Cera che ha confermato di non aver ricevuto dalla società la richiesta di vincere il campionato, ma di “fare l’impossibile per migliorare la posizione in classifica ottenuta quest’anno. Siamo riusciti a tenere a Legnano quasi tutti i giocatori che Mister Sgrò mi aveva segnalato, perdendone solo alcuni, come Nava, Beretta e Tunesi, che hanno ricevuto offerte da parte di club professionistici. Abbiamo preso alcuni giocatori richiesti dall’allenatore e manca ancora qualche tassello, che andremo ad inserire nei prossimi giorni.

Il ritrovo è fissato per il 5 agosto al “Giovanni Mari“, struttura che ospiterà gli allenamenti fino alla fine del mese, quando poi ci si sposterà al Campo dell’Amicizia, che diventerà il centro di allenamento fino alla fine della stagione.

Mister Sgrò ha sottolineato il buon lavoro svolto dal D.S.: “Tutti i giocatori che ho chiesto me li ha presi, sono davvero molto contento dei giocatori che ho in rosa. Non vedo l’ora di iniziare, per riprendere da dove abbiamo finito, che non sarebbe così male“, ha detto ridendo il tecnico lilla, che si è poi detto non particolarmente preoccupato di quale possa essere il girone in cui il Legnano verrà inserito (il girone A, con piemontesi e liguri o quello B, con le bergamasche e le bresciane): “Quando si gioca sono battaglie tutte le domeniche, quando si va in campo con la testa giusta si può affrontare qualsiasi avversario. Il ritiro sarà fondamentale, perchè è lì dove si lavora, si cresce e di forma il gruppo per tutta la stagione“.

Il Responsabile dell’Area Tecnica della Juniores Romualdo Capocci ha poi presentato il nuovo tecnico della principale squadra giovanile, che per la prossima stagione sarà Gabriele Bortolato, già al lavoro per allestire una squadra che possa far emergere qualche giovane da portare in prima squadra per rinfoltire la schiera degli Under.