Quantcast

Carolina Toia attacca la giunta Radice sullo sport: “Non avete fatto niente!”

Manutenzione inesistente e nonostante la visita sul posto dell'assessore Bragato nulla è cambiato.

LEGNANO –  “Praticare sport, soprattutto in età evolutiva, comporta molti benefici e aspetti positivi. I benefici dell’attività fisica, quindi, sono svariati, non solo per il fisico, ma anche per la mente: lo sport, infatti, può anche aiutare a sviluppare in modo più armonioso la propria personalità”. Inizia così la mozione presentata da Carolina Toia che il punto della situazione su alcune gravi ed evidenti lacune mai sanate sugli impianti sportivi di zona delle quali vi avevamo già parlato.

Via Parma

GAVINELLI

VIA PACE

CAMPO AMICIZIA

“Sebbene quindi, sia da tutti riconosciuto che la pratica sportiva non sia una scelta ma una vera e propria necessità, spiace rilevare come questa Amministrazione Comunale abbia una scarsa considerazione dello sport.

Lo dimostra il fatto che, pur avendo effettuato l’Assessore allo Sport Guido Bragato alcuni mesi or sono un tour con il Vice Presidente dell’Accademy di Legnano Dr. Frattini, per comprendere le criticità delle diverse realtà sportive del territorio, la situazione di degrado e di incuria dei campi sportivi sia rimasta invariata, come pure sono rimasti i limiti di orario per l’utilizzo dei campi.

Per esemplificare, cito:
Il Campo di Via Parma:
le reti di contenimento sono rotte e una rete è crollata;

campo via Parma

Il Campo di Via Pace:
sono ancora incompleti i lavori delle tribune e degli spogliatoi ed inoltre ci sono tombini in mezzo al campo che rappresentano un grave pericolo per i giocatori;

via pace legnano

Il Campo di Via Gavinelli:
i Gavinelli è dotato di una tribuna scoperta, non è dotato di bagni pubblici e non ha alcun punto di ristoro. Al suo interno dietro le porte emergono siepi altissime, mai regolate e mai tagliate. Le reti alle spalle delle porte sono completamente rotte e rappezzate.
Una delle due panchine è distrutta ed inaccessibile. Le porte utilizzate per l’allenamento cadono a pezzi. A lato del campo ci sono pericolosi detriti abbandonati. I fari di illuminazione sono mancanti di lampade. Vi è la presenza in mezzo al campo di un pericoloso tombino semi scoperto.

Gavinelli

Anche l’irrigazione del campo, che dovrebbe essere costante, non funziona quasi mai e non copre l’intero campo.

Tanti gli intenti, le promesse e le parole sul futuro, anche da parte del Sindaco Radice che, nell’agosto del 2020 dichiarava fra l’altro di voler assicurare la possibilità di accedere alla pratica sportiva a tutti i cittadini e a tutte le associazioni sportive, di qualunque dimensione, presenti sul territorio nonché all’esigenza di avere centri funzionali, adatti allo sport, attrattivi anche grazie ad attività accessorie, vivi e attivi tutti i giorni, tutto l’anno.

Tutto questo però si scontra con la dura realtà dei fatti: e cioè che questa Amministrazione non ha la capacità di programmare, coordinare e gestire le esigenze dello sport legnanese.

Sulla situazione dei campi sportivi, abbiamo presentato una mozione per invitare il Sindaco e l’Assessore allo Sport ad attivarsi tempestivamente per un globale intervento di manutenzione ordinaria e straordinaria per ridare ai ragazzi e alle Società sportive legnanesi campi sportivi sicuri, funzionali, mantenuti sempre in buono stato e idonei a praticare l’attività sportiva.