Quantcast

Un viaggio nel mondo del Luna Park, una mostra fotografica al Castello di Legnano

Tra caravan, camion e frittelle per raccontare il dietro le quinte di uno spettacolo viaggiante

LEGNANO – Tra caravan, camion e frittelle per raccontare il dietro le quinte di uno spettacolo viaggiante. La mostra “Un altro giro di giostra” racconta per immagini – dall’arrivo delle prime case mobili alla partenza dell’ultimo camion – il “ciclo di vita” del grande Luna Park che ogni anno occupa per oltre un mese i grandi piazzali di Viale Toselli, accanto al Castello Visconteo, sede della mostra.

Luogo della memoria capace di suscitare un ampio ventaglio di emozioni e sentimenti – almeno una volta nella vita ciascuno ha passeggiato tra le giostre – il Luna Park evoca normalmente immagini di luci abbaglianti, colori saturi e musiche ad alto volume.

Luna Park Legnano

Il linguaggio fotografico scelto da Flavio Savio è invece il bianco e nero che meglio si accorda all’indagine del “dietro le quinte” di un mondo temporaneo, provvisorio – come la distrazione che ci regala per pochi gettoni – reso possibile dal solido tramandarsi di professionalità, di generazione in generazione.

Il tempo dilatato dell’attesa dove il primo e l’ultimo giro di giostra rappresentano come una parentesi di una vita che sembra altrimenti immota e silenziosa – scrive Erika Delvento che ha commentato la mostra – Un tempo che si pone quasi in contrapposizione con quello saturo di magia, persone, luci, clamori, ciambelle fritte e zucchero filato che in molti abbiamo almeno una volta conosciuto. Le fotografie sono frutto di una caccia all’umanità nascosta nell’inatteso, a quei dettagli che creano nuovi significati anche simbolici come la visione dei cavi che sembrano trasformarsi in apparato circolatorio o in radici di una comunità che poggia la propria appartenenza sul girare”.

Luna Park Legnano

Il percorso espositivo si articola lungo tre sale del Castello Visconteo di Legnano, permettendo al visitatore di scegliere una fruizione sequenziale, come in un racconto che ha un inizio e una fine, oppure di girovagare tra le sale, senza un ordine preciso, proprio come al Luna Park.

La mostra, che si svolge in contemporanea al tradizionale Luna Park di Legnano, si rivolge a un pubblico di ogni età oltre che, naturalmente, agli appassionati di fotografia. “Le 34 stampe fine art che saranno esposte – racconta Flavio Savio, autore delle foto – sono il risultato di un lungo lavoro di selezione tra le centinaia di scatti del reportage realizzato tra ottobre e novembre 2019. Mi piace pensare che, dopo lo stop dello scorso anno per le conseguenze dell’epidemia Covid-19, questa iniziativa, resa possibile dalla collaborazione con la Città di Legnano, possa contribuire a dare il senso di una ripartenza, per Un altro giro di giostra“.