Quantcast

Il Legnano presenta il nuovo D.S. Eros Pogliani

Il nuovo Direttore Sportivo è già al lavoro in vista dell'imminente apertura del mercato di riparazione

LEGNANO – L’A.C. Legnano, ha presentato nel tardo pomeriggio di oggi il suo nuovo Direttore Sportivo Eros Pogliani, che ha preso il posto del dimissionario Vito Cera, passato alla Tritium.

Un grande amico di mio padre e anche mio, che conosco dai tempi in cui giocavo, con il quale esiste un rapporto di stima personale e professionale – sono state le parole del Presidente Giovanni Munafò nel presentarlo alla stampa – Era da tempo che volevo Pogliani al mio fianco, ora il momento è arrivato, anche se ammetto che è un momento un po’ particolare, perchè cambiare Direttore Sportivo in corsa non è una cosa semplice da gestire né per la società, ma soprattutto per il nuovo arrivato, che si viene a trovare una rosa che non è stata plasmata secondo un proprio criterio.”

Presentazione D.S. Eros Pogliani Legnano

Il suo compito sarà quello di perfezionare l’attuale rosa approfittando della riapertura del mercato il prossimo dicembre. Sarà un lavoro delicato, perchè non si può più sbagliare, una volta chiuso il mercato la rosa non sarà più modificabile in nessun modo“, ha ammesso il massimo dirigente lilla, il quale ha poi affermato di non avere motivi di risentimento per la scelta di Cera di abbandonare la società prima del tempo: “Non mi sono sentito tradito dalla decisione di Vito, perchè la sua è stata una scelta professionale e personale che è molto difficile da giudicare. Vito va solo ringraziato per quello che ha fatto per il Legnano e non deve essere colpevolizzato per aver abbandonato una società a novembre. Non ho nessun rammarico per la sua partenza, se fosse stato il Mister ad andarsene sarebbe stato un problema ben maggiore.”

Presentazione D.S. Eros Pogliani Legnano

Sono felice di essere arrivato qui a Legnano, la società ha le idee e abbiamo il desiderio di migliorare la squadra con innesti di qualità e anche di esperienza – ha dichiarato il neo-dirigente lilla, che ha vuto parole di elogio per il lavoro svolto dal suo predecessore: “Questa squadra è stata allestita bene secondo me, anche se forse con qualche giovane di troppo, ma questa è una politica societaria perché vogliamo avere un mix di veterani e giovani. Il Legnano in campionato? La scorsa partita è stata giocata bene dai ragazzi, la sconfitta contro una corazzata come il Sangiuliano può anche starci, ma non siamo inferiori a nessuno e dobbiamo lavorare bene e migliorare sempre di più perché sono convinto delle potenzialità dei giocatori“.

Presentazione D.S. Eros Pogliani Legnano

La società ed il suo consiglio direttivo mi hanno dato la loro piena disponibilità a lavorare per rinforzare la rosa, e questo è qualcosa che non può che essere apprezzato. Vedremo di fare qualche ritocco alla rosa, sapendo bene che non esiste più nessuna possibilità di sbagliare, perchè come ha ricordato il Presidente non avremo un secondo mercato di riparazione…“, ha concluso Pogliani.

Il Presidente lilla ha poi espresso soddisfazione per il ritorno del Legnano al “Giovanni Mari” domenica prossima, anche se le condizioni generali dello stadio e del manto erboso non sono del tutto soddisfacenti: “Il “Mari” è la nostra casa, domenica contro la Castellanzese torneremo finalmente a giocare nel nostro stadio anche se non in condizioni ottimali, purtroppo. Ringrazio la Caronnese per averci ospitato per queste settimane.”

Presentazione D.S. Eros Pogliani Legnano

Presenti alla conferenza stampa anche i due vice di Munafò, Alberto Tomasich e Nazareno Tiburzi, che hanno sottolineato come la situazione legata alla necessità di un cambio in corsa del proprio D.S. sia servito a ricompattare ulteriormente il Consiglio Direttivo ed a dare lo spunto per ripartire con la massima determinazione possibile.

A margine della conferenza stampa Munafò, a nome di tutta la società lilla, ha voluto mandare un messaggio di solidarietà e vicinanza al collega Marco Tajana dei Knights Legnano Basket, oggi colpito dalla notizia del suo giocatore Sebastiano Bianchi, di cui si sono perse le tracce da molte ore dopo che all’alba di oggi è stata trovata l’auto abbandonata sulle rive del Lago Maggiore (leggi la notizia QUI >>)